Guterres: invest in genocide prevention and accountability

Figli di sopravvissuti e di autori del crimine in un villaggio di riconciliazione in Ruanda Figli di sopravvissuti e di autori del crimine in un villaggio di riconciliazione in Ruanda AP/Ben Curtis

09 dicembre 2020 

Guterres sottolinea l’importanza di prevenire il crimine di genocidio, riconoscendo i segni premonitori e perseguendo in modo effettivo i colpevoli

Il 9 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale per la Commemorazione e la dignità delle vittime di genocidio, e della prevenzione di questo crimine, Antonio Guterres, Segretario Generale delle Nazioni Unite (ONU) ha rilasciato un messaggio, esortando un impegno collettivo maggiore per prevenire questo atroce crimine e per difendere la dignità delle vittime. 

La Giornata Internazionale viene commemorata in seguito all’adozione della Convenzione sulla Prevenzione e Condanna del Crimine di Genocidio, adottata dall’Assemblea Generale dell’ONU nel 1948. Quest’ultima rappresenta il primo trattato di diritti umani adottato dall’Assemblea Generale, mostrando chiaramente quanto la prevenzione di tale crimine sia uno dei principi chiave sui quali l’Organizzazione si fonda. Nel messaggio, Guterres ha sottolineato l’importanza di riconoscere e affrontare i segni premonitori che precedono il crimine di genocidio, quali la discriminazione, l’incitamento all’odio e la violenza. Egli afferma inoltre che riconoscere e affrontare tali segni in modo tempestivo permane ad oggi ancora una sfida. Sono dunque necessari sforzi congiunti non solo da parte dei governi e delle Nazioni Unite, ma anche dai social network, dalle compagnie tecnologiche, così come da parte della società civile e dei leader religiosi. 

Garantire effettiva responsabilità, giustizia e rimedio per le vittime è fondamentale per assicurare che i loro diritti siano realmente tutelati e che i loro bisogni vengano soddisfatti, inclusi quelli materiali e psicologici, spesso trascurati. A tale riguardo, il Segretario Generale ha elogiato il ruolo di meccanismi nazionali speciali e dei tribunali internazionali istituiti in ambito ONU, e ha sottolineato il lavoro di corpi investigativi del Consiglio di Sicurezza, dell’Assemblea Generale e infine del Consiglio per i diritti umani, come ad esempio commissioni di inchiesta, cruciali per indagare su questi crimini. Guterres ha infine richiamato la fondamentale importanza della società civile nel chiedere giustizia e responsabilità per i colpevoli di genocidio, che troppo spesso rimangono impuniti. 

Il crimine di genocidio ha un impatto profondo e di lunga durata su intere comunità, un impatto che mostra i suoi effetti anche sulle generazioni future. Di conseguenza, sforzi maggiori e comunitari devono essere messi in atto per tutelare i diritti delle persone a rischio, per combattere la polarizzazione che colpisce le nostre società e infine per garantire una giustizia piena ed effettiva per le vittime. 

 

Per saperne di più: 

https://news.un.org/en/story/2020/12/1079592

https://www.un.org/en/observances/genocide-prevention-day/messages

 

Autore: Alessia Rossinotti

Letto 417 volte