Agnès Callamard chiede normative su attacchi dei droni per autodifesa

La relatrice speciale dell'ONU sulle esecuzioni extragiudiziali, sommarie e arbitrarie, Agnès Callamard La relatrice speciale dell'ONU sulle esecuzioni extragiudiziali, sommarie e arbitrarie, Agnès Callamard UN/IANS

09 luglio 2020

Gli attacchi di droni per autodifesa potrebbero portare ad assenza di limitazioni sul loro uso, impedendo che i colpevoli siano ritenuti responsabili

La relatrice speciale delle Nazioni Unite sulle esecuzioni extragiudiziali, sommarie o arbitrarie fa appello al Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite (ONU) a Ginevra per la revisione e la discussione della rivendicazione di autodifesa degli Stati Uniti sull'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani del 03 gennaio 2020. L'utilizzo crescente di droni armati rischia di destabilizzare la pace e la sicurezza globale, poiché essi non sono ancora riconosciuti come armi illegali. Agnès Callamard chiede una maggiore trasparenza sull'uso e l'impatto dei droni e una maggiore regolamentazione in base alla legge di autodifesa, al diritto internazionale dei diritti umani e al diritto umanitario internazionale.

Alcuni Stati piuttosto influenti hanno tentato di reinterpretare la legge dell'autodifesa ai sensi dell’articolo 51 della Carta dell'ONU. Questo potrebbe portare a una situazione in cui i colpevoli non potrebbero affrontare alcuna responsabilità effettiva per il dispiegamento di violenza estrema, rendendo la guerra più normale.

Agnès Callamard ha chiesto un forum guidato dall'ONU per discutere l'argomento e le richieste di chiarezza sulla regolamentazione dei droni, in quanto non solo sono attori chiave nella guerra asimmetrica e nell'antiterrorismo, ma sono anche importanti per la protezione delle vittime dei conflitti. In questa occasione, la relatrice speciale dell'ONU ha anche menzionato che il processo per l'uccisione del giornalista saudita Jamal Khashoggi è un altro passo importante verso l’indagine internazionale sull'omicidio di Soleimani e aumentare le possibilità di assunzione di responsabilità a livello internazionale.

 

Per saperne di più:

https://news.un.org/en/story/2020/07/1068041

https://www.aljazeera.com/news/2020/07/qa-agnes-callamard-drone-strike-killed-soleimani-200711080404877.html

 

Autore: Carla Pintor

Letto 486 volte