Embargo sulle armi imposto alla Libia definito come “inefficace”

Bandiera della Libia Bandiera della Libia Photo by Diy13 on iStock

17 marzo 2021

Il Pannello di esperti sulla Libia delle Nazioni Unite ha denunciato l'inefficacia dell'embargo sulle armi imposto alla Libia

Il Pannello di esperti per la Libia delle Nazioni Unite (ONU) ha recentemente presentato un rapporto al Consiglio di Sicurezza in cui ha identificato molteplici minacce alla pace e alla sicurezza del Paese. Il Pannello, istituito ai sensi della risoluzione 1973 del 2011 del Consiglio di Sicurezza, ha denunciato l'inefficacia dell'embargo sulle armi, imposto al Paese nel 2011, che comporta il divieto per la Libia di esportare armi, e per qualsiasi Stato membro dell’ONU di fornire armi al Paese.

Come riportato dal Pannello, molteplici importanti violazioni dell'embargo sono attribuibili agli Stati membri che sostengono direttamente le parti in conflitto. Il loro coinvolgimento ostacola ulteriormente l'attuazione dell'embargo, dato il mancato rispetto delle sanzioni imposte, quali il divieto di viaggio e le misure di congelamento dei beni, e impedisce, inoltre, il processo di vigilanza e di interdizione delle Nazioni Unite. Nel rapporto presentato al Consiglio di Sicurezza, sono state riportate tutte le violazioni dell'embargo compiute delle forze affiliate al governo di accordo nazionale e dalle forze affiliate ad Haftar, indicando il tipo e la data della violazione, l'equipaggiamento impiegato e lo Stato membro o la parte responsabile. 

In conclusione, il Pannello ha espresso una serie di raccomandazioni al Consiglio di Sicurezza e alla Commissione per la Libia del Consiglio di Sicurezza istituita ai sensi della risoluzione 1970 del 2011, per migliorare l'efficacia dell'embargo attraverso una più adeguata attuazione delle misure, e un più efficiente rilevamento delle violazioni.  Le raccomandazioni comportano la realizzazione di un divieto di atterraggio e di sorvolo della Libia, la designazione di aerei e la deregolamentazione della bandiera. Nel frattempo continua il processo di pace promosso dalla comunità internazionale. Nel gennaio 2020, alla Conferenza internazionale di Berlino sulla Libia, i governi dei paesi coinvolti nel conflitto, l'Unione Europea, l'Unione Africana, la Lega degli Stati Arabi, il Segretario Generale delle Nazioni Unite e il Rappresentante Speciale per la Libia, si sono riuniti per concordare un'azione coordinata nel paese. 

 

Per saperne di più:

https://news.un.org/en/story/2021/03/1087562

https://undocs.org/en/S/RES/1973(2011) 

https://undocs.org/S/2021/229

https://www.operationirini.eu/operation-irini-declared-full-operation-capability/

https://unsmil.unmissions.org/berlin-international-conference-libya-19-january-2020

http://www.difesa.it/OperazioniMilitari/op_intern_corso/EUNAVFOR_MED_Operazione_Irini/Pagine/default.aspx 

 

Author: Carla Leonetti; Editor: Francesca Mencuccini

Letto 180 volte