L'impatto ambientale dei conflitti

Fuoco in un campo vicino la città di Kyiv, Ucraina Fuoco in un campo vicino la città di Kyiv, Ucraina © Photo by rootstocks on iStock

Come influiscono i conflitti sull'ambiente?

I conflitti possono avere gravi ripercussioni sull'ambiente a causa dell'impiego di mezzi bellici specifici che danneggiano gli ecosistemi e causano effetti negativi alla popolazione civile. L'impatto dei conflitti sull'ambiente può essere diretto, ovvero legato alle armi utilizzate, o indiretto. Alcune armi, come quelle nucleari, possono rilasciare residui bellici tossici, definiti come sostanze tossiche o radiologiche derivanti da attività militari che costituiscono un pericolo per gli esseri umani o gli ecosistemi" e che sono motivo di particolare interesse per il Disarmo Umanitario.

 

Qual è l’impatto sulla popolazione civile?

Alcune armi, come quelle nucleari e incendiarie, possono produrre danni ambientali devastanti e a lungo termine, causando migrazioni di massa e mettendo in pericolo la salute e il benessere dei civili. L'uso di armi indiscriminate può causare danni devastanti sull’ambiente come la deforestazione, l’inquinamento delle falde acquifere e le emissioni eccessive nell’aria, costringendo i civili a vivere in condizioni precarie, soffrendo la mancanza di cibo e di acqua e mettendone a rischio la salute.

 

Cosa sta facendo la comunità internazionale al riguardo?

Oggi, un numero crescente di organizzazioni ambientaliste, per i diritti umani e per il disarmo chiede agli Stati e alle organizzazioni internazionali di adottare leggi e controlli più severi per incrementare la tutela ambientale. Quest’ultima costituisce uno degli obiettivi  del Diritto Internazionale Umanitario che comprende varie disposizioni per limitare l'impatto devastante dei conflitti sull’ambiente. Gli articoli 35 e 55 del Protocollo I del 1977 aggiuntivo alle Convenzioni di Ginevra del 1949, che stabiliscono le regole di base per la condotta dei conflitti, proibiscono l'impiego di mezzi di guerra che sono destinati o si prevede causino danni diffusi, gravi e a lungo termine all'ambiente. Un passo più recente della comunità internazionale verso la protezione dell'ambiente è stato segnato con l'adozione, da parte della Commissione di Diritto Internazionale delle Nazioni Unite nel 2019, di 28 progetti di principi giuridici sulla Protezione dell'Ambiente in Relazione ai Conflitti Armati (PERAC) che stabiliscono misure volte a prevenire o a porre rimedio ai danni ambientali causati dai conflitti.

 

Sources:

https://humanitariandisarmament.org/issues/conflict-and-the-environment/

https://reliefweb.int/report/world/witnessing-environmental-impacts-war-environmental-case-studies-conflict-zones-around

https://www.icrc.org/en/doc/resources/documents/article/other/57jmau.htm

https://www.icrc.org/en/doc/assets/files/other/icrc_002_0321.pdf

 

Author: Carla Leonetti

Letto 102 volte