Richiedenti asilo feriti e uccisi al confine con la Turchia

Confine tra la Turchia e la Siria. Un passaggio letale dall'agosto 2015 per i siriani che vogliono raggiungere la Turchia Confine tra la Turchia e la Siria. Un passaggio letale dall'agosto 2015 per i siriani che vogliono raggiungere la Turchia AFP/Getty Images/Bulent Kilic

10 maggio 2016
Cinque persone uccise, tra cui un bambino, e 14 altri feriti dalle guardie di frontiera turca sparando ai siriani nel tentativo di raggiungere la Turchia.

Dalla metà agosto 2015, le guardie di frontiera turca hanno respinto i siriani che tentano di raggiungere la Turchia. Secondo un rapporto di Human Rights Watch (HRW), durante marzo e aprile 2016, le guardie di frontiera turca hanno usato violenza contro i richiedenti asilo siriani e i trafficanti, uccidendo cinque persone, tra cui un bambino, e ferendone gravemente altre 14. Il rapporto ha anche rivelato che le guardie di frontiera turca hanno bloccato migliaia di sfollati in fuga, dopo che i loro accampamenti nei pressi del confine erano stati colpiti dal fuoco di artiglieria il 13 e il 15 aprile.

Il Ministero degli affari esteri della Turchia ha respinto le pretese e ha sostenuto che il paese ha una "politica della porta aperta" per i rifugiati siriani, nonostante la costruzione di un nuovo muro di confine. Gerry Simpson di HRW ha sostenuto, "mentre alti funzionari turchi sostengono di accogliere i rifugiati siriani con frontiere e braccia aperte, le loro guardie di frontiera li stanno malmenando e uccidendo. Sparano a uomini e donne traumatizzati, e bambini in fuga dai combattimenti e dalla guerra."

L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Zeid Ra'ad al-Hussein, ha esortato le autorità turche ad acconsentire il lavoro di investigatori indipendenti sui presunti attacchi, che ha qualificato come  "estremamente allarmanti". In seguito al rapporto reso pubblico da HRW, un alto funzionario turco ha detto che il governo era stato "incapace di verificare" l'autenticità di un video, inviato da HRC (Human Rights Commission), che mostra i corpi dei rifugiati siriani uccisi dalle forze turche al confine. La HRC ha esortato la Turchia a indagare le attestazioni nel suo rapporto dove si accusa le guardie di frontiera di sparare ai siriani in fuga dal fuoco d'artiglieria.

Nel mese di marzo, l'Unione europea (UE) ha raggiunto un accordo con la Turchia per frenare il flusso di migranti verso l'Europa. Secondo i termini dell'accordo, gli immigrati giunti in Grecia illegalmente verrebbero rinviati in Turchia. In cambio l'UE provvede a reinsediare un numero limitato di profughi siriani fuori dalla Turchia, consentendo ai cittadini turchi di viaggiare senza visto e fornendo più di $ 6 miliardi di dollari in aiuti. Tuttavia, questi rapporti probabilmente faranno aumentare ulteriormente il controllo sul recente accordo e hanno anche spinto la Commissione europea ad invitare la Turchia a modificare la sua legislazione sul terrorismo.

 

Per maggiori informazioni, visita:

https://www.hrw.org/News/2016/05/10/Turkey-Border-Guards-Kill-and-injure-Asylum-Seekers
http://www.TheGuardian.com/World/2016/May/10/Turkish-Border-Guards-continuing-to-Shoot-and-beat-Refugees-at-Border
https://www.washingtonpost.com/World/middle_east/Turkey-Under-Fire-from-un-for-alarming-Reports-of-rights-abuses/2016/05/10/0f9eccb7-45CD-4685-9483-181fdfd2cadf_story.html
http://www.nytimes.com/2016/05/11/World/Europe/Turkey-Syria-immigrants-Human-Rights-Watch.html?_r=0

Letto 8226 volte