I rifugiati somali tentano un ritorno in Somalia dopo aver vissuto nel campo profughi di Dadaab

Dadaab il piu' grance campo profughi al mondo si stima sia la casa di oltre 300.000 persone. Dadaab il piu' grance campo profughi al mondo si stima sia la casa di oltre 300.000 persone. REUTERS/Thomas Mukoya

2 novembre 2015
I rifugiati somali ritornano nel loro paese natale dopo essersi sforzati di ricostruire le loro vite nel campo di rifugiati di Dadaab in Kenya.

A Dadaab si trova il campo di rifugiati più grande al mondo, con oltre 300.000 rifugiati ospitati. Nonostante l’elevato numero della sua comunità, il campo pecca di non riuscire ad ospitare i più bisognosi. Il governo keniota ha imposto delle restrizioni a Dadaab che limitano la possibilità per i rifugiati di edificare costruzioni permanenti, di spostarsi al di fuori del campo e di trovare un impiego. Di conseguenza uomini, donne e bambini sono costretti a restare all’interno del campo con possibilità limitate.

Mohamed Abdula è fuggito verso Dadaab quando era solo un bambino durante la guerra civile somala del 1994. Ad oltre vent’anni di distanza, Abdula non si è ancora spostato al di fuori del Kenya. L’incapacità di spostarsi al di fuori del Kenya continua ad imporre la sua dipendenza dalla comunità keniota: “Non mi è permesso di trovare un lavoro dignitoso… Dipendo dalla popolazione locale per acquistare ciò di cui ho bisogno”. Il risultato è che molti rifugiati di Dadaab decidono di tornare al paese da cui inizialmente erano fuggiti.

Aden Noor Ibrahim è arrivato a Dadaab con la moglie ed i figli durante la carestia che ha colpito la Somalia nel 2011. Durante la permanenza nel campo, la famiglia ha fatto affidamento sugli aiuti alimentari delle organizzazioni umanitarie per sopravvivere. Aden ha provato a trovare un lavoro. Dopo una ricerca interminabile, ha deciso di tornare in Somalia per trovare un’occupazione ed occuparsi della sua famiglia.

Le Nazioni Unite stimano che circa 5.000 rifugiati somali del campo kenyota di Dadaab siano ritornati in Somalia nel corso dell’ultimo anno e che oltre 4.500 rifugiati abbiano avviato le pratiche per ritornare. Nonostante il paese soffra ancora per l’instabilità economica, per le limitate opportunità lavorative e per l’accesso all’istruzione ridotto al minimo, tutti quelli che ritornano credono che in Somalia li aspetti un futuro migliore rispetto alle prospettive del campo di Dadaab.

Per maggiori informazioni, visita:

http://www.UNHCR.org/5621084a9.html
http://www.The-Star.co.ke/News/5000-Somali-Refugees-repatriated-Kenya-December-2014-UNHCR
http://Edition.CNN.com/Interactive/2015/10/World/Dadaab-Refugees/
http://www.un.org/Apps/News/Story.asp?NewsID=52355#.Vjkr9RCrTLJ

Letto 3148 volte