Mozambico tra crisi e terrorismo

 Bandiera del Mozambico Bandiera del Mozambico Photo by Jorono on Pixabay

22 novembre 2021

Dal 2017 i militanti stanno terrorizzando la regione di Cabo Delgado, causando la distruzione dei villaggi e portando il conflitto sulla scena globale.

Il Mozambico si trova sulla costa orientale dell'Africa meridionale, al confine con sei diversi paesi. Pertanto, la continua minaccia terroristica in tutta la regione ha il potenziale per destabilizzare una parte significativa del continente..

La guerra è iniziata ufficialmente il 5 ottobre 2017 a Mocímboa da Praia, una città portuale nel nord del Mozambico, con assalti contro le stazioni di polizia.

A causa dell'alto tasso di disoccupazione e dell'estrema povertà, Cabo Delgado è percepita come un bersaglio facile, spingendo un gruppo di ribelli a compiere numerosi attacchi, tra cui rapimenti, incendi di case e decapitazioni.

Dal 2017 i militanti hanno provocato un numero indefinito di morti e costretto più di 700.000 persone a fuggire. Alcune persone scappate alla prigionia hanno riferito alla BBC che quando le donne vengono rapite e portate a Mocímboa, esse sono trattate come schiave e costrette a sposare i membri di al-Shabab.

Gli insorti aderiscono a una causa islamista radicale. Tuttavia, la loro connessione con il gruppo dello Stato Islamico (ISIS) e altri gruppi terroristici internazionali è ancora poco chiara. A differenza di questi ultimi, inoltre, essi hanno cercato di evitare il contatto con la stampa, agendo per lo più a livello locale.

Dopo gli attacchi, il governo ha ristrutturato il Dipartimento della Difesa e ha introdotto una forza speciale di soldati d'elite per affrontare il terrorismo.

Secondo l’Organization for World Peace (OWP), le origini del conflitto vanno tuttavia ricercate nel fallimento da parte del governo del Mozambico di prendere in considerazione le preoccupazioni avanzate dalla gente, e non nella mancanza di un intervento militare.

Sebbene la violenza e il terrorismo non siano mai dei modi tollerabili per raggiungere obiettivi sociali o politici, un approccio puramente militare da parte del governo non può risolvere le istanze politiche e sociali sottostanti, le quali hanno portato il gruppo terroristico ad prendere piede nella regione. Se il governo vuole fermare il terrorismo, altre strategie dovranno essere adottate, e con urgenza.

 

Fonti:

https://theowp.org/terrorism-in-the-north-of-mozambique-and-the-government-response/

https://www.bbc.com/news/av/world-africa-58767659

https://www.youtube.com/watch?v=Wl892pnDC7I

 

Autore: Antonella Candiago

Letto 27 volte