Crescenti preoccupazioni per l’emergenza sanitaria a Gaza

Bandiere di Israele e Palestina durante una protesta Bandiere di Israele e Palestina durante una protesta Photo by Chris Hearnon Unsplash

02 giugno 2021

Preoccupati dall’aggravarsi delle condizioni sanitarie, gli alti funzionari dell’OMS hanno invocato il libero accesso degli aiuti umanitari alla Striscia di Gaza.

Dopo 11 giorni di lanci di razzi e attacchi aerei condotti, rispettivamente, da Hamas e Israele il mese scorso, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha riferito di aver fornito medicinali essenziali al trattamento dei traumi e sostenuto i servizi di ambulanza per più di 2.000 feriti durante il cessate il fuoco nella Striscia di Gaza.

L'escalation di violenza è iniziata a maggio di quest'anno dopo che settimane di tensione a Gerusalemme hanno portato a scontri tra palestinesi e polizia israeliana alla Moschea al-Aqsa, lasciando centinaia di palestinesi e circa 20 poliziotti feriti. Quando Hamas ha lanciato razzi verso la città per la prima volta dopo anni, Israele ha risposto con i bombardamenti.

Per effetto delle recenti violenze, 278 palestinesi sono stati uccisi e più di 9.000 feriti, tra gli israeliani si contano invece 12 morti e 700 feriti. Secondo le stime dell'OMS, gli sfollati a Gaza sono più di 77.000 e circa 30 strutture sanitarie sono state danneggiate. All'interno della Striscia, l'organizzazione ha allestito dieci tende per il triage e i servizi di cura, ma il dottor Rik Peeperkorn, Head of Office dell'OMS nei Territori Palestinesi Occupati (OPT), ha riferito che la situazione rimane "instabile".

L'OMS ha inoltre dichiarato di aver contribuito alla consegna di più di 260.000 dosi di vaccini anti-COVID19 attraverso il programma COVAX, dal momento che negli OPT il virus resta una minaccia. Alla data del 31 maggio, negli OPT sono stati segnalati più di 337.000 casi di COVID-19 e più di 3.700 morti, con un incremento dei casi a Gaza nelle ultime settimane.

Il mese scorso, l'OMS ha lanciato un appello finalizzato a raccogliere sette milioni di dollari per sostenere le operazioni sanitarie che l’organizzazione intende condurre nei prossimi sei mesi. Poiché sinora sono stati raggiunti solo 2,3 milioni di dollari, l’OMS è tornato a invocare il sostegno della comunità internazionale.

 

Fonti:

https://news.un.org/en/story/2021/06/1093262

https://www.dw.com/en/timeline-how-the-current-israel-hamas-conflict-has-expanded/a-57573511

https://www.washingtonpost.com/world/2021/05/13/israel-palestinians-timeline-conflict/

 

Author: Irina Kovacevic; Editor: Catherine Meunier; Traduzione: Ester Zangrandi

Letto 20 volte