Scontri tra civili a Idlib, mentre si prepara il cessate il fuoco per il COVID-19

Siriani che protestano di fronte a un mezzo militare turco Siriani che protestano di fronte a un mezzo militare turco AFP

13 aprile 2020

Accesso bloccato a servizi come elettricità, acqua ed educazione, strutture sanitarie distrutte a causa del conflitto in corso

Le Nazioni Unite hanno chiesto un cessate il fuoco totale per fronteggiare la pandemia del COVID-19. Turchia e Russia hanno raggiunto un accordo sul cessate il fuoco all’inizio del mese, dopo che quasi 1 milione di siriani sono fuggiti verso il confine turco. L’accordo è stato mantenuto finora, ma sono pochi i siriani tornati nelle proprie abitazioni, mentre in molti quelli che non si sentono ancora abbastanza al sicuro per poter fare ritorno. 

10.000 civili sono le principali vittime del regime siriano e degli alleati russi. La guerra e le conseguenti sanzioni hanno devastato l’economia siriana, lasciando senza elettricità tutti, persino coloro che appartengono alla classe media. L’accesso all’acqua è stato bloccato, scuole e strutture sanitarie sono state chiuse a causa dei frequenti bombardamenti e attacchi aerei. 

"Stiamo tutti senza acqua, elettricità — da una vita in pericolo" ha riferito Etad Hadithi al National Public Radio, una donna divorziata, con due figli, che vive a Idbib. 

Secondo le stime, il conflitto in Siria ha causato 12 milioni di sfollati nel corso di quasi dieci anni di guerra; 6 milioni sono fuggiti dal Paese, mentre l’altra metà sono profughi fuggiti in altri paesi confinanti. La popolazione di Idlib è quasi raddoppiata durante il conflitto. La cittadina di Idlib, a nord-ovest della Siria, è rimasta l’ultima area urbana a opporsi attivamente al regime del Presidente Bashar Assad. L’aumento della popolazione, così come la distruzione di molte strutture sanitarie, rende i siriani ancora più vulnerabili e li espone gravemente alla pandemia del COVID-19.

"Di fronte al pericolo, il popolo siriano che soffre da tempo ha un disperato bisogno di un periodo duraturo di pace in tutto il Paese, rispettato da tutte le parti" ha dichiarato Geir Pederson, Inviato Speciale delle Nazioni Unite. 

 

Per saperne di più:

https://www.aljazeera.com/news/2020/03/calls-total-ceasefire-syria-focus-coronavirus-200324141510047.html

https://www.npr.org/2020/03/16/815472097/we-dont-know-where-to-hide-the-day-to-day-struggles-for-civilians-in-idlib

https://ahvalnews.com/idlib-ceasefire/syria-sends-dozens-tanks-idlib-front-analyst

 

Autore: Teagan Foti; Editor: Noelle Musolino; Traduzione: Simona Smacchi

Letto 294 volte