Ucraina: la guerra impedisce a cinque milioni di bambini di andare a scuola

Un bambino ucraino a una manifestazione per la pace Un bambino ucraino a una manifestazione per la pace Matti Karstedt

23 Gennaio

L'UNICEF chiede la fine degli attacchi agli edifici scolastici ucraini: dopo undici mesi di guerra i bambini ucraini devono tornare a scuola

Dopo undici mesi di guerra quasi 5 milioni di bambini hanno interrotto la loro formazione accademica e non sono ancora stati in grado di frequentare le lezioni. Inoltre, dopo gli attacchi elettrici delle forze russe, anche le lezioni online non sono più disponibili.

L'agenzia delle Nazioni Unite per l'infanzia sollecita una risposta rapida al problema; ormai da diversi anni i bambini ucraini non possono godere del cruciale senso di struttura e sicurezza che ha l'ambiente scolastico. Infatti, oltre al conflitto in corso, i bambini ucraini erano stati fermati per due anni a causa della pandemia di Covid-19 e, inoltre, una parte di loro era stata fermata per otto anni per il conflitto nell’Ucraina dell’Est.

A seguito dei bombardamenti russi, la maggior parte degli edifici scolastici è crollata o è attualmente inagibile. Inoltre, in seguito degli attacchi alla rete elettrica, per i bambini non è neanche possibile continuare un percorso educativo online.

Quasi due milioni di bambini avevano accesso all'apprendimento online, mentre 1,3 milioni erano iscritti a una combinazione di apprendimento online e in presenza. Entrambe queste alternative sono cessate e ora i bambini non sono in grado di frequentare nessun tipo di corso. Per quanto riguarda i bambini rifugiati, secondo i dati dell'UNICEF, due su tre non sono attualmente iscritti ai sistemi educativi del paese ospitante. Il difficile processo di integrazione nei Paesi ospitanti rischia di rallentare ancora di più il ritorno a scuola dei bambini. Nonostante questa difficoltà, i paesi ospitanti devono fornire molteplici percorsi di apprendimento per non lasciare mai soli i bambini.

Dopo la crudeltà della guerra, la scuola rappresenta un luogo sicuro in cui i bambini possono tornare e stare insieme. L'UNICEF chiede la fine degli attacchi agli edifici scolastici. Inoltre, secondo UNICEF è fondamentale sostenere il piano di ripresa dell'Ucraina, e orientarlo principalmente alla riabilitazione di scuole e scuole dell'infanzia. 


Per leggere di più, visita:

By Federica Tognolli

Letto 388 volte