Ucraina: l'inverno espone la popolazione civile a nuovi rischi

 Un soldato ucraino al fronte in Donetsk. Un soldato ucraino al fronte in Donetsk. Anadolu Agency/Getty Images

2 Dicembre 2022

Mentre il conflitto continua in Ucraina, la stagione invernale pone ulteriori sfide per l'esercito e la popolazione civile.

Il 2 dicembre 2022, il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) ha evidenziato le attuali difficoltà e i pericoli che i cittadini in Ucraina devono affrontare a causa della stagione invernale. I civili hanno maggiori probabilità di essere feriti o uccisi da mine e ordigni esplosivi con l’arrivo dell’inverno in quanto queste armi sono nascoste dalla neve e dal ghiaccio. Inoltre, gli attacchi alle infrastrutture civili hanno danneggiato gli impianti di riscaldamento ed elettricità e sempre più individui si avventurano in boschi potenzialmente pericolosi in cerca di carburante. 

Questa situazione è stata verificata dall'organizzazione stessa sul campo, e il direttore regionale per l'Eurasia presso il Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC) Ariane Bauer ha confermato che "Mine e ordigni inesplosi si nascondono nei terreni agricoli e nei quartieri civili, ognuno con il potenziale di distruggere vite". Dall'inizio del conflitto, mine terrestri, proiettili di artiglieria, granate e razzi sono stati utilizzati su un’area sempre più vasta di territorio, e molti di questi non sono esplosi, mettendo così in grave pericolo i civili. Inoltre, ampie aree delle regioni di Donetsk e Luhansk erano già altamente contaminate da munizioni esplosive del conflitto del 2014.

A causa della gravità della situazione, il CICR ha fatto appello alle parti in conflitto al fine di bannare l'uso di armi esplosive. "Le mine non devono essere utilizzate, e ci appelliamo alle parti in conflitto per contrassegnare le aree contaminate il più presto possibile e proteggere i civili dal pericolo di queste armi."

 

Per saperne di più, vedi anche


By Alexia Tenneriello

Letto 404 volte