Ucraina: in atto l’evacuazione dei civili

In foto il fiume Dnipro che attraversa il territorio di Kherson occupato dalle truppe russe In foto il fiume Dnipro che attraversa il territorio di Kherson occupato dalle truppe russe David Gor via Unsplash

5 novembre 2022

Il Presidente russo Vladimir Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla città di Kherson e continua a incoraggiare l’evacuazione dei civili.

Il 4 novembre il ministro russo della difesa Sergei Shoigu ha ordinato il ritiro delle truppe russe dalla città di Kherson. Il ritiro era più volte stato ipotizzato, ma, data la centralità dell’area, era sempre stato posticipato. 

L’importanza strategica di Kherson consiste nel fatto che la città è attraversata dalla principale strada che collega l’Ucraina meridionale con la Crimea. Da lì provenivano le forniture d’acqua per la penisola che Kiev aveva interrotto dopo l’annessione del 2014. Inoltre, il controllo della città avrebbe potuto permettere ai russi di raggiungere il principale porto ucraino di Odessa.Dal punto di vista simbolico, Kherson era stata la prima grande conquista russa dall’inizio della guerra. Dopo l’occupazione del 2 marzo, il Presidente Putin aveva scelto di organizzare  il referendum  per l’annessione russa proprio nel territorio. 

Prima ancora dell’annuncio sul ritiro delle truppe russe, il Presidente russo, da diverse settimane incoraggiava i civili presenti nell’area ad abbandonare le proprie case. L’evacuazione dei civili prevedeva lo spostamento dal lato ovest del fiume Dnipro - fronte di guerra - a quello est. Ad oggi sono circa 115.000 le persone che hanno deciso di lasciare il territorio occupato. 

Dopo un iniziale incoraggiamento, l’evacuazione dei civili ucraini è stata resa obbligatoria . Il flusso  di civili ucraini in uscita dalla città si è intensificato negli ultimi giorni, estendendosi a tutte le zone a meno di 15 km dalla sponda ovest del fiume Dnipro.

Le autorità ucraine accusano la Russia di aver compiuto e di star compiendo delle ‘deportazioni di massa’ nei confronti dei civili ucraini, costretti ad abbandonare le proprie case. Inoltre, l’Ucraina sottolinea come l’armata russa stia continuando a mettere in difficoltà i civili distruggendo le centrali elettriche nonostante  il freddo inverno alle porte.Il fronte russo invece motiva la scelta accusando l’Ucraina di star organizzando una controffensiva che metterebbe a rischio i suoi stessi civili.

Per saperne di più, visita: 

di Federica Tognolli

Letto 77 volte