La necessità di terminare il conflitto in Yemen che dura da sette anni

Quartiere di una città in Yemen Quartiere di una città in Yemen Jones814 su Pixabay

12 gennaio 2022

Le lotte interne nello Yemen continuano a compromettere la sicurezza e la situazione umanitaria dei civili

Parlando al Consiglio di sicurezza dell'ONU mercoledì, l'inviato speciale dell'ONU per lo Yemen, Hans Grundberg, ha chiesto la fine dei combattimenti nel paese. Le vittime e le difficoltà incontrate dalla popolazione nell'accesso agli aiuti umanitari hanno continuato a destare preoccupazione durante gli ultimi sette anni di questa guerra. Ramesh Rajasingham, vice coordinatore degli aiuti d'emergenza delle Nazioni Unite, ha sottolineato che solo nel mese di dicembre, la guerra in Yemen ha provocato più di 15.000 sfollati e ha causato la morte o il ferimento di 358 civili

Negli ultimi anni, ci sono state tragiche escalation militari. Il personale delle Nazioni Unite a Sana e Marib è stato rapito senza alcuna informazione su dove si trovasse. Grundberg ha poi fatto riferimento agli attacchi aerei a Taiz, un aumento degli attacchi alla vicina Arabia Saudita e il sequestro, da parte delle forze Houthi, di una nave battente bandiera emiratina. L'inviato speciale ONU ha anche deplorato che la fornitura di aiuti umanitari è stata ostacolata dalla frequente chiusura di strade e dalla costruzione di posti di blocco in tutto il paese, aggravata dalla militarizzazione dei porti nel distretto di Hudaydah, che costituiscono "un'ancora di salvezza per molti yemeniti" a causa della loro dipendenza dagli aiuti importati. Inoltre, la mancanza di sostegno finanziario ha portato a ridurre la consegna di cibo da parte del Programma alimentare mondiale (WFP) e la burocrazia ha reso l'accesso umanitario ancora più difficile.

I continui combattimenti hanno portato in particolare a un deterioramento della situazione delle donne e delle ragazze del paese che non sono più in grado di esercitare i diritti umani di base, non hanno accesso all'istruzione e all'assistenza sanitaria e sono esposte alla violenza sessuale e di genere. L'ufficio di Grundberg sta esplorando costantemente le opzioni per porre fine ai combattimenti, il che si rivela difficile poiché i disaccordi e una generale mancanza di fiducia tra le parti ostacolano una risoluzione pacifica della guerra. 

 

Per saperne di più:

https://news.un.org/en/story/2022/01/1109642

https://reliefweb.int/report/yemen/briefing-united-nations-security-council-special-envoy-yemen-hans-grundberg-12-january

https://news.un.org/en/story/2021/12/1108612

 

Autore: Pietro Mattioli

Letto 50 volte