I ribelli armati di CODECO hanno ucciso 12 civili nella provincia di Ituri

Bambini che corrono lungo un sentiero Bambini che corrono lungo un sentiero Seth Doyle su Unsplash

22 novembre 2021

Gli attacchi dei gruppi ribelli costituiscono una continua minaccia per la sicurezza della popolazione civile nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo

I ribelli armati appartenenti alla Cooperativa per lo Sviluppo del Congo (CODECO) hanno ucciso sei bambini, quattro uomini e due donne nel villaggio di Drodro nella provincia di Ituri, nel nord-est della Repubblica Democratica del Congo (RDC) - secondo una dichiarazione che un portavoce del governo militare dell'Ituri ha condiviso con Reuters. Tuttavia, altre fonti parlano di un numero diverso di vittime. Ngabu Lidja Chrysante, sacerdote e coordinatore della Caritas cattolica in Ituri, afferma che 35 persone sono state uccise nell'attacco che prendeva di mira anche alla chiesa locale.

Questo è l'ultimo di una serie di attacchi condotti dai combattenti di CODECO nella provincia di Ituri. La maggior parte degli attacchi sono stati diretti verso i pastori della comunità Hema, che sono da tempo in conflitto con la comunità agricola dei Lendu, a cui appartengono i combattenti del CODECO. Dal 2017, centinaia di civili sono stati uccisi e migliaia costretti a fuggire dalle loro case. Mathias Gilma, portavoce della Missione di stabilizzazione dell'Organizzazione delle Nazioni Unite nella Repubblica Democratica del Congo (MONUSCO), ha confermato che 16.000 persone sono fuggite nelle zone vicine che sono sotto la protezione delle forze di pace delle Nazioni Unite. Patrick Basa, portavoce della CODECO ha respinto qualsiasi responsabilità della CODECO per la morte dei civili.

Dal 6 maggio 2021, i continui conflitti hanno imposto uno stato d'assedio in Ituri e nella provincia adiacente del Nord Kivu. Secondo CODECO, la sicurezza della popolazione della parte orientale della RDC è minacciata anche da un altro gruppo armato, le Forze Democratiche Alleate (ADF), designate dagli Stati Uniti come gruppo terroristico per i suoi legami con l'ISIL. Secondo gli esperti dell'ONU, non c'erano tuttavia prove sufficienti per affermare con certezza un controllo dell'ISIL sulle operazioni delle ADF. Nel settembre 2021, il gruppo ribelle ADF ha effettuato un attacco nella zona di Ituri che ha causato almeno 30 morti. Nell'agosto 2021, un funzionario locale ha accusato il gruppo ribelle per le atroci uccisioni di 19 persone.

 

Per saperne di più:

https://www.aljazeera.com/news/2021/11/22/armed-fighters-kill-at-least-12-in-eastern-dr-congo-attack

https://www.state.gov/state-department-terrorist-designations-of-isis-affiliates-and-leaders-in-the-democratic-republic-of-the-congo-and-mozambique/

https://www.aljazeera.com/news/2021/9/6/at-least-30-killed-in-northeast-dr-congo-by-suspected-adf-rebels

https://www.aljazeera.com/news/2021/8/28/civilians-killed-adf-ugandan-rebels-dr-congo

 

Autore: Pietro Mattioli

Letto 154 volte