L'insicurezza dei civili in Nigeria

Vista di una città nel sud-ovest della Nigeria Vista di una città nel sud-ovest della Nigeria McBarth Obeya su Pexels

03 ottobre 2021 

 

Nell'ultima settimana di settembre gli attacchi da parte di attori non statali si sono notevolmente intensificati in tutta la Nigeria

 

L'insicurezza in tutta la Nigeria è peggiorata tra il 24 settembre e il 2 ottobre, con almeno 123 persone tra personale di sicurezza e civili sono state uccise in vari attacchi da attori non statali, come riportato da Premium Times. Tra le vittime contate, quattro erano personale di sicurezza, mentre le altre 119 erano civili. La maggior parte delle uccisioni del personale di sicurezza sono state effettuate da banditi nelle zone nord-occidentali e centro-settentrionali, l'epicentro delle attività di banditismo.

La  settimana in parola ha riportato il più alto numero di vittime del mese settembre, poiché nelle tre precedenti ci sono stati meno di 40 casi a settimana. Tuttavia, le cause delle uccisioni sono rimaste le stesse. Infatti, la Nigeria sta affrontando molte sfide di lunga data sulla sicurezza, che dal 2019 sono aumentate e derivano da diversi attori a seconda della regione: gli islamisti militanti sono prevalentemente attivi nella regione nord-orientale spostandosi negli stati nord-occidentali, mentre nella regione nord-occidentale, centrale e nel sud-ovest la violenza è legata rispettivamente a banditi armati, violenza criminale e bande di strada; ci sono anche scontri comunitari ed etnici nella regione centro-settentrionale e i separatisti del Biafra nel sud-est. Già nella prima metà del 2019, secondo Reliefweb, l'ONU ha descritto la situazione della sicurezza in Nigeria come “instabile”, con conflitti in corso a causa della presenza di Boko Haram, con un conseguente peggioramento della situazione umanitaria esistente e con conseguenze sullo spostamento della popolazione e sull'insicurezza alimentare.

RemoNews ha riferito che il presidente Muhammadu Buhari, nel riconoscere il deterioramento della situazione della sicurezza in tutto il paese, ha detto che la sua amministrazione sta facendo sforzi per invertire la tendenza. Infatti, in un discorso per celebrare il 61° anniversario dell'indipendenza della Nigeria, Buhari ha detto che la sua amministrazione sta reclutando più personale di sicurezza per affrontare la carenza di manodopera. La stessa fonte sostiene che le forze armate nigeriane hanno reclutato oltre 17.000 persone per sostenere il nostro approccio alla lotta contro il banditismo, mentre le forze di polizia nigeriane recluteranno 10.000 poliziotti all'anno nei prossimi sei anni.

 

Per saperne di più, si prega di visitare: 

https://reliefweb.int/sites/reliefweb.int/files/resources/2021_06_EASO_COI_Report_Nigeria_Security_situation.pdf 

https://www.premiumtimesng.com/news/headlines/487938-insecurity-over-120-people-killed-by-non-state-actors-across-nigeria-last-week.html 

https://remonews.com/ethiopia/nigeria-insecurity-over-120-people-killed-by-non-state-actors-across-nigeria-last-week/

 

#LOsservatorio #Nigeria #CiviliansInConflict #BokoHaram #UN

 

Autore Jasmina Saric; Editore Gianpaolo Mascaro

 

Letto 7 volte