Aumentano gli attacchi di sospetti militanti islamisti in Nigeria

Strada affollata con persone in moto e auto Strada affollata con persone in moto e auto Foto di ArtisticRealms su Pixabay

07 luglio 2021

I recenti attacchi in Nigeria, che sono costati la vita a molti civili, potrebbero essere stati perpetrati dai militanti islamisti

Reuters documenta che, nella giornata del 7 luglio, sospetti militanti islamisti hanno lanciato un attacco a Dabna, un villaggio vicino all'area amministrativa di Hong nello stato di Adamawa, nel nord-est della Nigeria. James Pukuma, Presidente dell'area amministrativa di Hong, ha comunicato presso Reuters che 18 persone sono state uccise quando un gruppo di uomini armati in motocicletta ha preso d'assalto il villaggio.  Altri residenti, invece,  sono stati costretti a fuggire dalle loro case.

La Nigeria sta già combattendo una battaglia lunga 12 anni con gli estremisti islamici Boko Haram e la sua fazione, Islamic State's West Africa Province (ISWAP). Dalla sua base territoriale sulle rive e sulle isole del lago Ciad, questo gruppo jihadista sta conducendo una guerriglia nel nord-est della Nigeria e altrove nella periferia del lago e, secondo il Centro di Ginevra per la Governance del Settore della Sicurezza, sta crescendo in potere e influenza nella regione, colmando le lacune nella governance e nella fornitura di servizi. Questa guerra non sta dando segni di imminente fine. Infatti, gli attacchi dei militanti islamisti si sono intensificati nel nord-est della Nigeria negli ultimi mesi, con decine di soldati uccisi e migliaia di nigeriani sfollati. Il 9 luglio successivo, come suggerito da altri dati raccolti da Reuters, i militanti hanno ucciso almeno 45 persone in un attacco alla città di Faru, nel nord-ovest della Nigeria.

L'Africa è una nuova frontiera per l'espansione delle organizzazioni collegate all’ll'ISIS. Negli ultimi anni, diverse regioni africane, tra cui l'Africa occidentale e il Sahel, hanno visto un'impennata dell'attività militante islamista. Questo è il motivo per cui, secondo l'Organizzazione per la pace mondiale, la Coalizione Globale per sconfiggere l'ISIS potrebbe ridefinire i luoghi della sua attenzione dall'Iraq e dalla Siria all'Africa. Allo stesso tempo, l'International Development Association (IDA), un gruppo della Banca Mondiale, sta allestendo progetti specifici in Nigeria per alleviare il trauma del conflitto e dello sfollamento.

 

Fonti:

https://www.reuters.com/world/africa/more-than-dozen-killed-by-suspected-islamist-militants-nigeria-officials-2021-07-07/

https://issat.dcaf.ch/ser/Learn/Resource-Library/Policy-and-Research-Papers/Facing-the-Challenge-of-the-Islamic-State-in-West-Africa-Province

https://www.reuters.com/world/africa/gunmen-kill-least-45-people-northwest-nigerian-town-2021-07-09/

https://www.worldbank.org/en/news/feature/2021/07/07/strengthening-recovery-and-peacebuilding-in-north-east-nigeria

 

Autore Jasmina Saric; Editore Gianpaolo Mascaro

Letto 267 volte