Siria, una vecchia mina nel villaggio di Arshounah ferisce due bambini

Un segnale di avvertimento posizionato in prossimità di un ordigno inesploso in Siria Un segnale di avvertimento posizionato in prossimità di un ordigno inesploso in Siria Photo bySyrian Civil Defence

23 maggio 2021

In un paese devastato dal conflitto armato, i civili in Siria rischiano di soffrire le conseguenze  dei vecchi ordigni e delle “bombe a grappolo” inesplose

Lo scorso 23 maggio due bambini sono rimasti feriti in seguito all’esplosione di una vecchia mina in una campagna nella parte orientale della regione di Hamas. I bambini stavano raccogliendo capperi nei campi al fine di supportare economicamente le proprie famiglie durante l’anno. Questa notizia si aggiunge a quella di un ragazzo trovato senza vita a cause dello scoppio di una vecchia “bomba a grappolo” mentre egli era intento a raccogliere della frutta nell’area di Jabal al-Zawiyah nella zona meridionale di Idlib.

Purtroppo, queste notizie sono alquanto comuni, dal momento che la Siria è un paese devastato da un conflitto continuo a causa della guerra civile. I residui degli ordigni inesplosi hanno effetti duraturi sui civili, i quali spesso soffrono infortuni permanenti in seguito allo scoppio di tali esplosivi. I soggetti maggiormente colpiti includono i lavoratori dei terreni agricoli e delle aree rurali del paese, gli operai edili, gli operatori umanitari e i bambini, che costituiscono il 25 per cento delle vittime. L’impossibilità per i civili di lavorare a causa degli infortuni traumatici sofferti in seguito a queste esplosioni aumentano ulteriormente le difficoltà nel produrre reddito, in un paese che è di già disastrato economicamente e fisicamente dalla guerra.

Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) ha esortato la Siria ad implementare un programma umanitario di sminamento attraverso il paese al fine di ridurre i rischi di esplosione per i civili che abitano il territorio. Il CICR ha inoltre collaborato con l’Arab Red Crescent Siriana (SARC) per incrementare la consapevolezza circa questo tema e incoraggiare i civili ad adottare le dovute precauzioni. Comunque, la battaglia per la bonifica dalle bombe inesplose e dai vecchi ordigni continua, mentre il paese si trova ancora nel pieno di un conflitto con poche prospettive di volgere al termine.

 

Per saperne di più:

https://www.syriahr.com/en/216888/

https://www.icrc.org/en/document/icrc-calls-durable-solution-weapons-contamination-syria

 

Autore: Emily Herstine; Editore: Andrew Goodell

Letto 19 volte