Violati i diritti dei rifugiati burundesi: preoccupati gli esperti ONU

Due madri tanzaniane che camminano e portano i loro figli Due madri tanzaniane che camminano e portano i loro figli Photo by Zeynep Gokalp - on Unsplash

13 aprile 2021

Esperti Onu di diritti umani allarmati dalle gravi violazioni dei diritti dei rifugiati causate dalla cooperazione tra autorità tanzaniane e burundesi

Nel 2015, la rielezione del presidente Pierre Nkurunziza in Burundi ha causato un’esplosione di violenza nel paese, portando poi allo scoppio di una crisi dei rifugiati e più di 295.000 in fuga dal Burundi verso paesi vicini. Pochi giorni fa, gli esperti di diritti umani delle Nazioni Unite nominati dallo Human Rights Council hanno espresso profonda preoccupazione per i diritti dei rifugiati burundesi e dei richiedenti asilo in Tanzania, dove si è rifugiato circa il 50% di loro.

In effetti, è stato riferito che i servizi segreti del Burundi si fingono rifugiati nei campi e identificano individui che le autorità tanzaniane poi arrestano. Sono state segnalate pratiche come sparizioni forzate, torture, rimpatri forzati, repressione e persino omicidi, il tutto in aggiunta alla rigida politica di accampamento già applicata dal governo tanzaniano. Alcuni sono stati anche interrogati riguardo la loro presunta partecipazione a gruppi armati, il loro presunto possesso di armi e le loro attività nel campo in generale. Questa mancanza di sicurezza ha portato molti ad esprimere la loro paura di essere rapiti durante la notte, mentre altri sono addirittura pervenuti alla decisione di tornare in Burundi a causa della loro preoccupazione.

Queste allarmanti violazioni dei diritti umani causate dalla cooperazione delle autorità tanzaniane con le controparti in Burundi sono state rese note al governo della Tanzania, che ha annunciato l’inizio delle indagini sulle accuse nell’agosto 2020. Tuttavia, nessun risultato è stato ancora pubblicato, e gli esperti di diritti umani delle Nazioni Unite hanno sottolineato l’importanza dell’applicazione immediata di contromisure a queste gravi violazioni da parte del governo. Nel frattempo, gli esperti indipendenti incaricati dalle Nazioni Unite continuano a monitorare il verificarsi di specifiche violazioni dei diritti umani all’interno del paese, e in generale a vigilare sulla situazione.

 

Per saperne di più:

https://news.un.org/en/story/2021/04/1089632

https://data2.unhcr.org/en/situations/burundi

https://www.ohchr.org/EN/NewsEvents/Pages/DisplayNews.aspx?NewsID=26990&LangID=E

https://reliefweb.int/sites/reliefweb.int/files/resources/burundi_en_0.pdf 

 

Autore: Chara Papastefanaki; Traduzione: Diletta Carlotta Dolfin]

Letto 238 volte