Yemen, la peggiore crisi umanitaria del mondo

Un poliziotto armato nel distretto di Marib, Yemen Un poliziotto armato nel distretto di Marib, Yemen Photo by Dinosmichail on iStock

 

26 marzo 2021

La guerra in Yemen va avanti dal 2014 e la situazione umanitaria peggiora anno dopo anno.

Questa settimana, lo Yemen entra nel suo settimo anno di guerra e la crisi umanitaria sta peggiorando, mentre sempre più persone soffrono a causa delle violenze, delle carestie e degli sfollamenti. Secondo il Global Conflict Tracker, oggi, 24,1 milioni di persone in tutto lo Yemen hanno bisogno di assistenza e quattro milioni di persone hanno dovuto abbandonare le loro case. La situazione umanitaria è terribile e una nuova carestia che minaccia milioni di persone è solo l'ultima di una serie di tragedie dovute a un conflitto senza fine che affligge questa nazione dal 2014.     

Dall'inizio della guerra, tutte le parti in conflitto, vale a dire il governo yemenita, la coalizione Saudita, i ribelli Houthi e il Consiglio di transizione del sud, hanno violato i diritti umani e il diritto internazionale umanitario e sei anni brutali di attacchi aerei, bombardamenti, spari, paura e distruzione hanno reso lo Yemen un paese quasi irriconoscibile. Di conseguenza, lo Yemen sta affrontando un enorme costo umano, infatti, le Nazioni Unite (ONU) hanno riportato la morte di almeno 7.700 civili entro marzo 2020, di cui la maggior parte è stata causata dagli attacchi aerei della coalizione guidata dall’Arabia Saudita. Tuttavia, i gruppi di monitoraggio riferiscono un bilancio ancora più alto, per esempio, l'Armed Conflict Location and Event Data Project (ACLED) con sede negli Stati Uniti ha registrato più di 100.000 morti dal 2015. Inoltre, altre migliaia di civili sono morti per altre cause, vale a dire malnutrizione, malattie e cattiva salute. Per esempio, Save the Children ha riferito che 85.000 bambini con malnutrizione acuta potrebbero essere morti tra aprile 2015 e ottobre 2018. Lo Yemen sta ancora affrontando una grave crisi alimentare con oltre il 40% della popolazione a rischio di fame. Secondo Islamic Relief, l'80% della popolazione soffre di carestia e il 75% della popolazione ha urgente bisogno di assistenza sanitaria, poiché solo la metà delle 3.500 strutture mediche del paese è pienamente funzionante. Inoltre, più di due terzi degli yemeniti hanno bisogno di aiuto per soddisfare le loro esigenze di base, come la necessità di acqua e igiene, tra cui 12,6 milioni di persone sono in uno stato di grave necessità. 

Le Nazioni Unite hanno anche sottolineato la necessità di aiuti finanziari, dato che il paese sta affrontando tagli agli aiuti inconcepibili, che limitano anche le organizzazioni umanitarie nel garantire assistenza. Inoltre, lo Yemen sta anche affrontando la pandemia di coronavirus e il numero di morti per questo potrebbe "superare il bilancio dovuto alla combinazione di guerra, malattia e fame degli ultimi cinque anni". Perciò, la comunità internazionale dovrebbe fare pressione per mettere fine al conflitto e concedere fondi sufficienti per i programmi salvavita e per far sì che gli aiuti umanitari possano raggiungere in sicurezza tutta la popolazione.  

 

Per saperne di più: 

https://www.islamic-relief.org.uk/yemen-supporting-13-million-people-amidst-a-humanitarian-crisis/

https://www.aljazeera.com/gallery/2021/3/25/yemen-crisis-the-devastating-impact-of-six-years-of-war

https://www.bbc.com/news/world-middle-east-29319423

https://www.cfr.org/global-conflict-tracker/conflict/war-yemen

 

Autore: Eleonora Gonnelli; Editore: Benedetta Spizzichino

Letto 137 volte