Accordo ONU-Etiopia per intensificare le operazioni umanitarie

Un bambino africano che porta una tanica Un bambino africano che porta una tanica Photo by Dazzle Jam on pexels.

07 febbraio 2021

Secondo quanto affermato dalle Nazioni Unite (ONU) le condizioni di vita dei civili nel Tigray sono diventate sempre più preoccupanti.

Sabato 6 febbraio 2021, il World Food Programme (WFP) ha raggiunto un accordo con il governo etiope per intensificare le operazioni umanitarie nella regione e conseguentemente garantire un maggiore e più veloce accesso degli operatori umanitari. L’adozione di queste misure deriva dalla necessità di garantire una risposta adeguata ai bisogni della popolazione, la quale è sottoposta ormai da mesi ad uno stato di vulnerabilità ed insicurezza causato dal conflitto.

Secondo i dati raccolti dal WFP, nella regione del Tigray, sono circa 3 milioni le persone bisognose di assistenza alimentare d’emergenza. Inoltre, ad aggravare le già precarie condizioni di vita sono state le restrizioni di accesso ai funzionari delle Nazioni Unite e alle ONG. Anche la stampa ha subito delle limitazioni nel documentare la situazione nel Tigray, rendendo in questo modo estremamente complesso poter fornire un quadro effettivo delle condizioni di vita nel territorio.

Per rispondere all’emergenza il WFP ha annunciato la distribuzione di aiuti alimentari volti a coprire circa 1 milione di persone e l’adozione di un programma di alimentazione per sostenere 875.000 bambini e madri in condizioni di vulnerabilità. Il governo etiope, invece, si è impegnato nel garantire una procedura di approvazione delle richieste di movimento del personale umanitario più veloce e semplificata. Un primo passo verso il rispetto di quanto annunciato è stata l’approvazione concessa a 25 operatori internazionali per fornire assistenza all’interno della regione del Tigray. Tuttavia, come sottolineato dal Consigliere Speciale dell’ONU, Alice Wairimu Nderitu, il rischio di atrocità nella regione rimane molto alto, ed è necessaria l’adozione di misure urgenti per affrontare le cause di tensione presenti nel Paese e favorire la riconciliazione.

 

Per saperne di più:

https://news.un.org/en/story/2021/02/1084092

https://news.un.org/en/story/2021/02/1084192

https://www.aljazeera.com/news/2021/2/7/ethiopia

 

Autore: Francesca Mencuccini; Editor: Carla Leonetti

Letto 256 volte