RDC, violenti attacchi costringono MSF a terminare i suoi progetti a Fizi

Un'infermiera MSF che lavora nella Repubblica Democratica del Congo Un'infermiera MSF che lavora nella Repubblica Democratica del Congo Thibaud Eude/MSF

01 dicembre 2020

Medici senza Frontiere (MSF) ha recentemente deciso di limitare il suo sostegno nel territorio di Fizi, dati i numerosi attacchi contro il suo personale

Come annunciato da Ellen van der Velden, responsabile operativo di MSF, l'ONG medica umanitaria ha recentemente preso la difficile decisione di porre fine al suo sostegno nel territorio di Fizi, nella provincia del Sud Kivu della Repubblica Democratica del Congo (RDC) orientale. "Non è una decisione che prendiamo alla leggera", ha confermato van der Valden, poiché gli incidenti di sicurezza diretti al personale di MSF sono ricorrenti e i potenziali ulteriori danni al personale rendono inaccettabile il mantenimento del loro sostegno nel territorio.

Più specificamente, le attività dei gruppi criminali e armati in tutta la RDC orientale hanno portato a continue violenze e attacchi, che a loro volta hanno avuto un impatto devastante sui civili e sulle loro comunità. Ora  mezzi di sussistenza latitano e milioni di persone sono sfollate a causa dell’onda di uccisioni mirate e dei ai crescenti  atti di violenza, compresa la violenza sessuale. Anche le organizzazioni nazionali e internazionali sono state oggetto di attacchi indiscriminati.

A Kimbi e Baraka, MSF manterrà solo un numero limitato di servizi per garantire il trattamento continuo dei pazienti affetti da HIV e tubercolosi per i prossimi sei mesi, sostenendo al contempo gli operatori sanitari nazionali che forniscono assistenza nei territori che non hanno accesso alle cliniche del Ministero della Salute. Il sostegno sarà fornito anche al personale del Ministero della Salute e le donazioni di medicinali continueranno nel primo trimestre del 2021.

A nome di MSF, Ellen van der Velden ha anche invitato tutte le parti a proteggere i civili e a rispettare l'accesso umanitario, poiché sono le persone della RDC ad essere maggiormente colpite dall’incessante violenza in corso.

 

Per saperne di più:

https://www.msf.org/msf-forced-pull-out-eastern-drc-territory-following-violent-attacks

https://reliefweb.int/report/democratic-republic-congo/drc-violent-attacks-against-staff-force-msf-end-projects-fizi

http://www.channelafrica.co.za/sabc/home/channelafrica/news/details?id=33e64bc2-30e8-4901-af96-4d93e7e60684&title=Attacks%20force%20MSF%20out%20of%20DRC%20region

 

Autore: Barbara Caltabiano; Editor: Gianmarco Italia

Letto 395 volte