L’UE prolunga le sanzioni contro l’annessione russa della Crimea

Bandiere dell’Unione Europea davanti alla sede della Commissione, Bruxelles  Bandiere dell’Unione Europea davanti alla sede della Commissione, Bruxelles REUTERS/Yves Herman/File Photo

10 settembre 2020

Il Consiglio ha deciso di estendere le misure restrittive per ulteriori sei mesi, fino al 15 marzo 2021

A partire da marzo 2014, l’Unione Europea ha imposto misure restrittive alla Federazione Russa in seguito all’annessione illegale della Crimea, ufficialmente parte del territorio ucraino. La Crimea era stata assegnata alla Repubblica Socialista Sovietica Ucraina nel 1954 ma la Russia la considera da sempre come parte del proprio territorio, in virtù degli storici legami che legano la penisola a Mosca e del fatto che l’Ucraina stessa fosse un tempo sotto amministrazione sovietica. Sebbene l’annessione sia stata confermata da un referendum popolare, sia l’Unione Europea che le Nazioni Unite ne hanno contestato la validità, condannando l’evento come una chiara violazione del diritto internazionale e adottando una severa politica del non riconoscimento. 

Nonostante le misure restrittive adottate nel corso degli ultimi sei anni, la situazione resta invariata: la Crimea rimane sotto il controllo della Federazione Russa e ci sono poche probabilità che l’Ucraina torni ad amministrare la regione a breve. Il 10 settembre, il Consiglio dell’Unione Europea ha deciso di estendere le sanzioni esistenti per altri sei mesi, fino al 15 marzo 2021. 

Le sanzioni adottate sono di diverse tipologie, dalle misure diplomatiche alle restrizioni individuali, consistenti nel congelamento dei beni e in limitazioni alla mobilità contro soggetti accusati di minare l’integrità territoriale e la sovranità dell’Ucraina. Tali misure restrittive individuali si applicano, attualmente, a 175 persone e 44 entità. La lista dei soggetti destinatari delle misure è costantemente revisionata e periodicamente aggiornata dal Consiglio. In più, sono state imposte delle restrizioni alle relazioni economiche con la Crimea, oltre a sanzioni che colpiscono specifici settori nel commercio con la Russia. 

 

Per saperne di più: 

https://it.reuters.com/article/idUSKBN2612IL

https://www.consilium.europa.eu/en/press/press-releases/2020/09/10/ukraine-eu-extends-sanctions-against-violations-of-territorial-integrity-for-a-further-6-months/

https://www.eupoliticalreport.eu/sanctions-against-russia-extended/

 

Autore: Margherita Curti; Editor: Matteo Consiglio

Letto 193 volte