Gli ucraini intrappolati tra il conflitto e il coronavirus

Un checkpoint del governo situato sulla linea di confine   Un checkpoint del governo situato sulla linea di confine 2018 Getty Images

2 Aprile 2020

Dozzine di ucraini sono stati lasciati senza aiuti nel mezzo della crisi COVID-19

All’inizio di questa settimana, ufficiali del governo Ucraino hanno deciso di porre fine al movimento attorno alla linea di conflitto nell’est dell’Ucraina, in risposta alla crisi di coronavirus che si diffonde. Human Rights Watch ha affermato che il governo Ucraino non ha fornito adeguato aiuto ai civili che sono stati bloccati dall’altra parte della linea di contatto. La linea di contatto separa le regioni che sono sotto il controllo Ucraino da quelle sotto il controllo Russo. La linea di contatto è spesso oltrepassata dagli Ucraini che vanno al lavoro, che viaggiano per riscuotere la pensione, e visitare i membri della propria famiglia; a Gennaio 2020, vi sono stati oltre 1,2 milioni di attraversamenti.

L’Ucraina e la Russia sono state coinvolte nel conflitto dal 2014, quando la violenza è scoppiata nell’est dell’Ucraina. I movimenti separatisti dell’Ucraina si sono diffusi nell’est del Paese, chiedendo alla Russia di dar seguito alle sue pretese territoriali e controllare la regione. L’Ucraina afferma che che questa è un’invasione della loro sovranità. La Russia si è addirittura spinta ad annettere la regione della Crimea, nel sud-est dell’Ucraina. L’Organizzazione del Trattato del Nord-Atlantico (NATO) è stata coinvolta nel conflitto attraverso l’invio di aiuti al Paese; le Nazioni Unite hanno imposto sanzioni economiche alla Russia per le sue tattiche invasive nel sud-est dell’Ucraina. 

Sia il conflitto in Ucraina che la crisi COVID-19 hanno colto la comunità internazionale di sorpresa. L’intreccio dei due è stato definito “un’emergenza di salute pubblica” da Rachel Denber, direttore deputato dell’Europa e dell’Asia Centrale per Human Rights Watch. La chiusura della linea di confine ha lasciato famiglie divise nel mezzo di una pandemia globale. Il governo Ucraino ha permesso attraversamenti di emergenza; dalla dichiarazione di emergenza che ha posto fine a tali attraversamenti, vi sono state circa 100 persone a cui è stato consentito viaggiare sulla linea di confine. 



Per saperne di più: 

https://www.hrw.org/news/2020/04/02/ukraine-dozens-stranded-war-zone

https://www.unian.info/politics/10943336-nato-approves-new-package-to-support-ukraine-and-georgia-stoltenberg.html

https://www.kyivpost.com/ukraine-politics/covid-19-cases-rise-to-804-in-ukraine-with-20-dead.html

 

Autore: Vito Quaglia; Editor: Rachel Warner; Traduzione: Pasquale Candela

 

 

Letto 414 volte