Attacchi jihadisti e un’epidemia di Ebola: il Congo in ginocchio

Forze armate della RDC Forze armate della RDC [Kenny Katombe/Reuters]

Gli attacchi dei ribelli islamisti e l'epidemia di Ebola stanno facendo a pezzi il Congo orientale

Lo scorso ottobre, l'esercito della RDC ha lanciato un'operazione nel Congo orientale contro le Forze Democratiche Alleate (ADF), un gruppo armato di origine ugandese. In risposta, l'ADF sta portando avanti omicidi di massa, attacchi terroristici e decapitazioni, cercando apparentemente di scoraggiare la popolazione locale dal collaborare con le forze militari congolesi.  

Il generale Leon Richard Kasonga, portavoce dell'esercito della del Congo, ha dichiarato che in un campo dell’ADF è stata trovata una “fabbrica per la produzione su larga scala di bombe fatte in casa". 

Il conteggio delle vittime civili dell’ultimo mese è di circa 100. Tuttavia, l'ADF non è l'unico responsabile dei decessi nel Congo orientale: dall'agosto 2018, la seconda peggiore epidemia di Ebola ha ucciso 2. 000 persone e altre 3. 000 sono state infettate. L’ONG Medici Senza Frontiere è stata costretta a ritirare il suo personale dalla regione di Biakato. “La decisione di lasciare questa comunità, con la quale abbiamo lavorato a stretto contatto negli ultimi anni, è stata estremamente difficile da prendere", si legge nella dichiarazione rilasciata sui loro canali ufficiali. 

La popolazione locale ha accusato la MONUSCO (la Missione di stabilizzazione dell'Organizzazione delle Nazioni Unite in Congo) di non aver assolto il suo mandato e di non aver garantito la sicurezza delle comunità civili.

 

Per saperne di più:

https://www.reuters.com/article/us-congo-security/islamist-rebels-kill-at-least-17-in-eastern-congo-local-official-idUSKBN1YA1YJ

https://www.aljazeera.com/news/2019/12/drc-hacked-death-suspected-rebel-attack-beni-191207065804108.html

https://www.msf.org/msf-withdraws-staff-security-ebola-affected-biakato-deteriorates

 

Autore: Margherita Liverani

Letto 433 volte