Attacchi aerei in Yemen colpiscono un matrimonio, 20 i morti

Scritto da Annette Savoca
Almeno 30 bambini feriti nell’attacco di domenica Almeno 30 bambini feriti nell’attacco di domenica Reuters

25 aprile 2018

Nella provincia di Hajjah, la celebrazione di un matrimonio è stata trasformata in una carneficina, con almeno 20 morti e 46 feriti

Domenica 22 aprile, una serie di attacchi aerei condotti dalla coalizione militare guidata dall’Arabia Saudita ha ucciso almeno 20 persone durante un matrimonio nella città yemenita di al Raqa, nella provincia di Hajjah. La maggior parte delle vittime erano donne e bambini, tra cui la sposa. 30 bambini sono inoltre stati riportati feriti tra le 46 persone registrate in ospedale dopo l’attacco. Questo è il terzo attacco su civili portato avanti in Yemen Nord dalla coalizione lo scorso weekend. Alcuni scioccanti video sono stati rilasciati dalla TV Houthi Al-Masirah e mostrano immagini inquietanti come quelle un bambino che piange sul corpo inerme di un adulto, probabilmente il padre. I soccorsi medici non sono stati in grado di raggiungere tempestivamente il sito per paura di ulteriori bombardamenti.

I fighter-jet hanno colpito due volte con un breve intervallo. La coalizione saudita, supportata dalla Gran Bretagna e dagli Stati Uniti, è stata coinvolta nella guerra civile in Yemen sin dal 2015; il suo obiettivo è quello di ristabilire il governo yemenita internazionalmente riconosciuto e di eliminare i ribelli Houthi che controllano ad oggi la stragrande maggioranza dello Yemen settentrionale, inclusa la capitale Sana’a. Nonostante la coalizione asserisca di non mirare ai civili ma unicamente a ribelli armati, nei passati tre anni più di 10,000 civili sono stati uccisi e 3 milioni sfollati dalla guerra.

Su questo specifico episodio, la coalizione ha evitato di rilasciare dichiarazioni alle agenzie di stampa. L’unico commento è stato rilasciato a Reuters dal suo portavoce, il quale ha dichiarato che i rapporti sull’accaduto sarebbero stati presi seriamente in considerazione e investigati. La coalizione sovente accusa i ribelli dell’uccisione dei civili, affermando che essi sono soliti nascondersi tra loro per utilizzarli come scudo umano. Nondimeno, funzionari delle Nazioni Unite e gruppi per i diritti umani accusano la coalizione di crimini di guerra e di contribuire, tramite i deliberati attacchi a matrimoni, scuole e ospedali, al rendere la guerra civile in Yemen una delle peggiori crisi umanitarie della storia.

 

Per maggiori informazioni, leggere:

https://www.reuters.com/article/us-yemen-security/saudi-led-air-strikes-kill-at-least-20-at-yemen-wedding-idUSKBN1HU0W6

https://www.aljazeera.com/news/2018/04/yemen-saudi-coalition-air-strikes-kill-20-wedding-hajjah-180423102037150.html

https://www.theguardian.com/world/2018/apr/23/at-least-20-killed-as-airstrike-hits-yemen-wedding-officials-say

https://www.nytimes.com/2018/04/23/world/middleeast/yemen-wedding-bombing.html

https://www.independent.co.uk/news/world/middle-east/yemen-airstrike-wedding-party-killed-injured-bani-qayis-saudi-coalition-latest-updates-a8317826.html

http://www.bbc.com/news/world-middle-east-43863608

https://edition.cnn.com/2018/04/23/middleeast/saudi-yemen-wedding-airstrikes-intl/index.html

http://ucdp.uu.se/#country/678

 

Annette Savoca e Anna Churton

Letto 8133 volte