L'impatto delle armi esplosive sulla vita dei bambini somali

Un gruppo di bambini somali Un gruppo di bambini somali © Photo by Sadik Gulek on iStock

Questo articolo è una breve presentazione del rapporto Action On Armed Violence (AOAV) sull'impatto delle armi esplosive sui bambini in Somalia.

La Somalia è stata nominata come uno dei paesi in conflitto più pericolosi  per essere un bambino. Sebbene vivere in un ambiente sicuro non dovrebbe essere una questione di fortuna o di circostanze, soprattutto per i bambini, i giovani somali sono quotidianamente soggetti a tutti i tipi di minacce a causa della guerra in corso nel Paese dell'Africa orientale. Infatti, l'inizio del conflitto può essere fatto risalire all'era dell'autogoverno (1960-1969), quando neppure le istituzioni statali di nuova costituzione riuscirono a soddisfare le speranze della gente. Il generale clima di incertezza vide un aumento della povertà , la quale causò anche un deterioramento della sicurezza e della corruzione, che per lungo tempo hanno caratterizzato le istituzioni statali. Dopo l'inizio del regime militare la situazione ha iniziato ad assomigliare, infatti, ad una guerra civile. Il governo di Baare e le fazioni armate hanno esteso il loro controllo con uccisioni casuali, incendi di villaggi e torture. Il conflitto ha causato la morte di centinaia di migliaia di somali e molti civili sono stati costretti a fuggire, sia dentro che fuori la Somalia.  Dall'insediamento militare, la situazione è diventata sempre più disastrosa, con minacce da gruppi militanti come Al-Shabaab.

Secondo le Nazioni Unite, Al-Shabaab rimane oggi una delle principali minacce alla sicurezza e alla stabilità in Somalia. Ampie parti delle aree rurali della Somalia meridionale e centrale sono soggette al controllo di questa organizzazione terroristica. I mezzi di guerra di Al-Shabaab vanno ben oltre la crudeltà non necessaria, infatti, gli attacchi suicidi e l'uso di ordigni esplosivi improvvisati (IED) sono eventi ricorrenti. La sua presenza rappresenta una minaccia specifica per i bambini. Il fatto che Al-Shabaab abbia commesso 10.462 gravi violazioni contro i bambini solo tra il 2016 e il 2019 è un segno chiaro ed evidente di come i bambini non siano protetti o accuditi a sufficienza dalle istituzioni somale. L'elenco delle minacce di cui sono vittime i bambini è purtroppo lungo, tuttavia l'ONU ha riferito che gli IED  sono l'arma principale che causa vittime di minori in Somalia. Non solo gli IED sono una minaccia nella loro natura, ma nelle loro conseguenze: la morte per residui bellici esplosivi (ERW) è molto comune, con 54 bambini vittime solo nel 2019. Un'altra conseguenza comune è il rapimento, poiché durante attacchi come le esplosioni di ordigni esplosivi, i bambini sono stati rapiti per il reclutamento militare o catturati e arrestati. Lo sfollamento si aggiunge al rapimento e alla morte a causa di resti esplosivi in seguito al conflitto: dei 2,6 milioni di sfollati interni nel 2019, molti sono stati costretti a fuggire a causa degli IED che hanno danneggiato i centri urbani.

Nel novembre 2017, il Ministero per le donne e lo sviluppo dei diritti umani ha iniziato a redigere un disegno di legge sui diritti dei bambini, con tentativi di condannare e criminalizzare le gravi violazioni contro i bambini in Somalia. Tuttavia non è sufficiente registrare semplicemente gli attacchi di IED in Somalia come reati penali, è necessario intraprendere ulteriori azioni serie, poiché i bambini stanno morendo e non smetteranno di morire a meno che le istituzioni non decidano che è ora di fermare questo atroce massacro con un coordinamento coerente tra internazionali organizzazioni.

 

Per saperne di più:

https://aoav.org.uk/2020/the-impact-of-explosive-weapons-on-children-in-somalia/ 

https://www.ukessays.com/essays/history/the-root-causes-of-the-conflict-in-somalia-history-essay.php 

https://www.ecoi.net/en/countries/somalia/featured-topics/security-situation/ 

 

 

Autore: Benedetta Spizzichino; Editor: Eleonora Gonnelli

Letto 163 volte