Ucraina: un anno di guerra e violenze contro i civili

Palazzi residenziali distrutti nella periferia di Borodyanka Palazzi residenziali distrutti nella periferia di Borodyanka

20 Febbraio 2023

Dopo un anno dall'inizio del conflitto, il Centro per i Civili in Conflitto ha pubblicato un articolo sull'impatto sui civili ucraini.

Il 20 febbraio, dopo quasi un anno di conflitto, il Centro per i Civili in Conflitto (CIVIC) ha chiesto la fine della guerra in Ucraina che sta causando danni inimmaginabili ai civili ucraini e alle infrastrutture civili. In questo contesto, l'organizzazione condanna anche le innumerevoli violazioni del Diritto Umanitario Internazionale (IHL) e del Diritto Internazionale dei Diritti Umani (IHRL) perpetrate dall'esercito russo nel corso dell'anno, a partire da febbraio 2022. 

A questo proposito, CIVIC ha riportato diverse testimonianze di civili ucraini vittime di violenze da parte dell’esercito russo e la testimonianza di Alexander Grif, il Country Director di CIVIC in Ucraina. Grif sottolineato chiaramente la necessità di trovare i mezzi legali adeguati per giudicare questi crimini affermando che: "Le forze armate russe hanno ripetutamente preso di mira civili e oggetti civili in Ucraina per quasi un anno. Dai bombardamenti aerei intenzionali di aree popolate all'omicidio di massa di civili e prigionieri di guerra in luoghi come Buca, Irpin e Olenivka [...] Troppe vite civili sono state prese di mira in Ucraina per essere ignorate. La condanna per queste azioni è fondamentale." Inoltre, come testimoniano i civili ucraini, l'esercito russo non sembra preoccuparsi affatto delle norme internazionali: "[Soldati russi] sparano alle persone anche quando sui palazzi sono riportati cartelli con scritto 'Bambini' su tutti i lati. Semplicemente non gli importa. Stavano solo diventando più interessati."

Fino ad oggi, circa 9.000 civili ucraini, tra cui 453 bambini, sono stati uccisi dall'inizio della guerra. È chiaro che questi numeri sono estremamente elevati e la comunità internazionale sembra non essere in grado di contrastare la situazione. Da parte sua CIVIC sostiene il governo ucraino e le Forze Armate dell'Ucraina (AFU) dal 2017 e continuerà a fare molti sforzi per garantire la protezione dei civili. 

 

Per saperne di più, vedi anche:

 

di Alexia Tenneriello

Letto 3857 volte

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.