UNSMIL: la Libia è sempre più divisa

Un combattente dell’LNA a ovest di Sirte, agosto 2020 Un combattente dell’LNA a ovest di Sirte, agosto 2020 REUTERS/Esam Omran Al-Fetori

29 agosto 2020

Le dichiarazioni della Missione delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL) mostrano preoccupazione per le divisioni nel Paese

A fine agosto l’UNSMIL ha ribadito la necessità di proteggere i diritti dei singoli attraverso la rappresentanza e lo stato di diritto. Tale auspicio arriva in un momento di ulteriore limitazione delle libertà di espressione, assembramento e circolazione in tutto il paese. La missione delle Nazioni Unite ha inoltre sottolineato la crescente brutalità con cui, nelle ultime settimane, le proteste sono state represse a Tripoli e come le tensioni stiano aumentando a Sirte.

Guardando al governo tripolitano riconosciuto dalle Nazioni Unite, i dissidi interni tra il primo ministro Sarraj e il ministro dell’interno Bashagha sono culminati con l’allontanamento di quest’ultimo dal gabinetto. Bashagha è considerato il portavoce del malcontento popolare che aveva dato inizio alle manifestazioni e la sua esclusione ha quindi aggravato la situazione. Sul fronte orientale, il governo del generale Haftar sta fortificando i suoi avamposti nella porta d’accesso ai principali pozzi del paese. Dopo aver assediato per mesi la capitale, l’intervento turco di inizio estate ha portato alla retrocessione del generale fino alla regione di Sirte. Allo stesso tempo, il sentimento anti-ottomano ha spinto paesi come l’Egitto e gli Emirati Arabi Uniti ad intensificare il loro supporto per Haftar, che forte di queste nuove alleanze sta consolidando le sue posizioni nella regione. Il risultato dell’attuale stallo è che, nonostante gli sforzi diplomatici di Stati Uniti e Germania per una demilitarizzazione, è in corso una crescente mobilitazione nell’area. 

L’aggravarsi dello scenario libico sta portando ad una progressiva polarizzazione all’interno del Paese, rendendo sempre più difficile il raggiungimento di un cessate il fuoco durevole nell’immediato e di una pace duratura nel lungo periodo.

 

Per saperne di più:

https://unsmil.unmissions.org/unsmil-statement-latest-developments-libya

https://www.theguardian.com/world/2020/aug/30/libya-peace-building-efforts-doubt-government-infighting#

https://www.aljazeera.com/news/2020/08/libya-front-lines-sirte-focus-regional-rivalries-200821065702915.html

https://www.nytimes.com/2020/08/21/world/middleeast/libya-ceasefire.html?searchResultPosition=1

https://www.aljazeera.com/news/2020/08/egypt-seeks-support-libya-tribes-threat-intervention-200820091114854.html

 

Autore: Matteo Consiglio; Editor: Margherita Curti

Letto 32 volte