Il gruppo terroristico Al-Shabaab rapisce bambini in Somalia

Un giovane soldato di Al-Shabab in posa con la sua arma. A molti dei giovani somali rapiti o reclutati nel gruppo terrorista sono promessi istruzione e denaro per le proprie famiglie Un giovane soldato di Al-Shabab in posa con la sua arma. A molti dei giovani somali rapiti o reclutati nel gruppo terrorista sono promessi istruzione e denaro per le proprie famiglie © raxanreeb.com

16 Gennaio 2018
Lunedì Human Rights Watch ha riportato che di recente Al Shabaab sta rapendo cittadini dalla Somalia per l’addestramento militare e l’indottrinamento

Il report è arrivato a seguito dell’incontro di Human Rights Watch con i cittadini di vari distretti della Somalia, inclusi Berdale e Burhakaba.

Da Settembre 2017 Al-Shabaab ha ordinato ad anziani, insegnanti e genitori delle comunità di consegnare i bambini. Secondo quanto dichiarato dai cittadini, le comunità avevano a disposizione 10 giorni o meno per cedere i bambini all’organizzazione terroristica.

Il rifiuto di cooperare genera incertezza o violenza. Molti membri della comunità ricevono minacce di morte. In almeno quattro villaggi nel distretto Berdale, gli anziani che si sono rifiutati di cooperare sono stati rapiti da Al-Shabaab.

Di conseguenza, molti bambini somali sono stati costretti a scappare dai propri villaggi, secondo quanto affermato da Laetitia Bader, ricercatrice senior in Africa presso Human Rights Watch. Circa 500 persone sono fuggite al di fuori delle zone controllate da Al-Shabaab. La maggior parte di esse sono minori non accompagnati.  

Il viaggio per raggiungere suoli più sicuri è lungo e pericoloso. Molti bambini fuggono in luoghi dove hanno parenti lontani, mentre altri finiscono in campi per sfollati interni (IDP).

Tuttavia, migliaia di giovani non sono in grado di scappare verso luoghi più sicuri e sono vulnerabili e in pericolo.

Al-Shabaab è un gruppo di giovani radicali somali che lavora per trasformare la Somalia in uno Stato Islamico, battendosi contro l’attuale governo sostenuto dalle Nazioni Unite, secondo quanto riferito dal Consiglio delle Relazioni Estere.  

Sebbene il gruppo non abbia più il controllo delle città più importanti della Somalia, ha il predominio su molte zone rurali. In passato, il gruppo ha rivendicato un gran numero di attacchi sia in Somalia che all’estero.

Bader ha dichiarato:“La campagna di Al- Shabaab si aggiunge agli orrori del lungo conflitto in Somalia, sia per i bambini che per i propri familiari”.  

Dai recenti attacchi, il governo somalo ha implementato delle leggi per contrastare violenza e rapimenti futuri. La Dichiarazione per una Scuola Sicura di recente promulgazione è un impegno per fornire spazi sicuri ai bambini.

Ciononostante, la fine è ancora lontana. Seppur il governo somalo riconosca l’orrore, la violenza è ancora in corso. Molte persone, inclusa Bader, sono d’accordo sul fatto che il governo somalo debba ancora mettere in atto i passi necessari per offrire una protezione concreta ai giovani contro il gruppo terroristico.

 

Per maggiori informazioni, leggere:

http://edition.cnn.com/2014/12/02/world/africa/al-shabaab-explainer/index.html
https://www.hrw.org/news/2018/01/14/somalia-al-shabab-demanding-children
https://www.albawaba.com/news/al-shabaab-forcibly-recruiting-somali-children-some-young-8-hrw-1074152
http://www.bbc.com/news/world-africa-15336689

Letto 499 volte