In Colombia il conflitto armato mette a rischio la sicurezza dei bambini

Soldati colombiani sulla scena del massacro di Samaniego nel sud-ovest della Colombia Soldati colombiani sulla scena del massacro di Samaniego nel sud-ovest della Colombia elmundo/Teller Report

02 Ottobre 2020

La Colombia ha assistito ad un aumento dei massacri nelle aree rurali e dei casi di reclutamento di bambini nei gruppi armati

Secondo i recenti rapporti dell'organizzazione umanitaria Save the Children, c'è stata un’esplosione di violenza nelle zone rurali della Colombia. I genitori riferiscono che i loro i loro figli vengono brutalmente assassinati o reclutati dai gruppi armati locali. Alcuni politici hanno rimproverato le autorità governative di guardare dall'altra parte mentre queste atrocità vengono commesse quotidianamente.  

I numeri sono molto allarmanti: da gennaio, la Colombia ha assistito ad un totale di 65 massacri in cui 260 civili hanno perso la vita. Ma a preoccupare è anche il crescente numero di massacri commessi in un mese che da cinque nella prima metà dell'anno sono passati ad 11 negli ultimi tre mesi. Uno dei più recenti, il massacro di Samaniego, è avvenuto il 15 agosto, nel dipartimento di Nariño causando la morte di otto studenti.

I bambini e gli adolescenti sono diventati l'obiettivo principale dei paramilitari in quanto colpirli ha un effetto demoralizzante sulla comunità e sull'intera società colombiana. Infatti i gruppi armati sono soliti uccidere i minori per forzare la popolazione locale a fuggire dalle loro terre ed anche il reclutamento, attraverso il quale continua a perpetuarsi la violenza armata, ha il medesimo scopo.  

Anche la diffusione della pandemia ha contribuito ad aumentare vulnerabilità dei bambini colombiani. A causa della chiusura delle scuole e della sospensione di altri servizi, per i gruppi armati è diventato più facile colpirli. A ciò si aggiunge il fatto che i genitori sono costretti ad allontanarsi dalle loro case per lavorare e così i loro figli rimangono a casa esposti alla violenza. Proprio per questo, Save the Children sta lavorando a fianco dei leader locali cercando di aumentare la consapevolezza sulle violenze in corso.

Michelle Bachelet, l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, ha invitato il governo colombiano ad intervenire e ha anche aspramente criticato le autorità politiche circa il fallimento dell'attuazione degli accordi di pace del 2016 affermando che ciò non contribuisce a porre fine a questa spirale di violenza. Tuttavia, il Presidente colombiano Ivan Duque sembra ancora ignorare le richieste della comunità internazionale, considerando altre questioni di maggiore importanza per il Paese. 

 

Per saperne di più:

https://www.savethechildren.org/us/about-us/media-and-news/2020-press-releases/spike-in-killing-and-recruitment-of-children-and-youth-in-colombia 

https://apnews.com/article/massacres-colombia-crime-6b86885819cfac6d8dd07b9aec6c94cb 

https://www.theguardian.com/world/2020/aug/27/colombia-massacres-violence-farc-civil-war#:~:text=In%20the%20latest%20incident%2C%20the,has%20stretched%20across%20the%20country

 

Autore: Sergio Gomez; Traduzione: Silvia Luminati

Letto 16 volte