Rendere le operazioni di peacekeeping più coerenti con gli obiettivi

 Caschi e giubbotti antiproiettile di forze di Peacekeeping Caschi e giubbotti antiproiettile di forze di Peacekeeping Flickr/UN peacekeeping

14 settembre 2020

Il capo delle forze di peacekeeping Onu delinea le riforme necessarie a mantenere le missioni di pace coerenti con gli obiettivi

 Lunedì 14 settembre, il capo delle operazioni di peacekeeping, Jean-Pierre Lacroix, ha dichiarato al Consiglio di sicurezza "contiamo sul vostro sostegno per rafforzare le nostre operazioni attraverso Action for Peacekeeping (A4P). L'A4P è un’iniziativa lanciata dal Segretario generale delle Nazioni Unite che ha come scopo il rafforzamento delle missioni di pace delle Nazioni Unite (ONU) in 8 aree.

Nei prossimi 10 anni, il mondo potrebbe essere completamente trasformato dalle nuove tecnologie potenzialmente letali, dai cambiamenti climatici e dai disordini causati dall’espansione delle città, ha dichiarato il capo delle forze di peacekeeping al Consiglio di sicurezza, delineando le riforme necessarie per affrontare nuove e scoraggianti minacce alla sicurezza.

Lacroix ha raccomandato di rafforzare la guida strategica e le capacità di pianificazione attraverso lo sviluppo di obiettivi chiari e noti a tutti, approfondendo gli sforzi, utilizzando le nuove tecnologie, e, soprattutto, applicando una prospettiva di genere in tutte le operazioni.

"Il genere non è solo una questione di numeri", ha dichiarato. "Riguarda la considerazione degli impatti differenziati del nostro operato sul genere e del risultato che speriamo di raggiungere".

Descrivendo ampie aree in cui si sono raggiunti progressi, il capo delle forze di peacekeeping ha sottolineato gli sforzi politici in Sudan, dove l'accordo di pace tra il governo di transizione e i gruppi armati del Darfur è stato facilitato dall'operazione African Union-United Nations Hybrid Operation in Darfur (UNAMID). Nel campo delle donne, della pace e della sicurezza, ha affermato che la UN Interim Force in Lebanon (UNIFIL) ha lavorato con gruppi di donne e con il governo per sviluppare il primo piano d'azione nazionale sulla Risoluzione 1325, uno dei diversi esempi di spazio politico allargato per la partecipazione delle donne.

Mentre l'ONU celebra il suo settantacinquesimo anniversario, la necessità di "salvare le generazioni future dal flagello della guerra" rimane un imperativo. "Solo attraverso un'azione e una solidarietà internazionale congiunta e rafforzata possiamo garantire che si continuino a fare progressi nella giusta direzione", ha sottolineato.

 

Per saperne di più, leggi:

https://news.un.org/en/story/2020/09/1072322

https://peacekeeping.un.org/en/action-for-peacekeeping-a4p

https://www.un.org/en/A4P/#:~:text=The%20A4P%20initiative%20aims%20to,intergovernmental%20and%20regional%20organizations%20and

 

Autore: Leyla El Matouni

Letto 21 volte