Leader campesina per i diritti umani assassinata in Colombia

Almeno 106 tra leader e attivisti per i diritti umani uccisi in Colombia nel 2017 Almeno 106 tra leader e attivisti per i diritti umani uccisi in Colombia nel 2017 Gustau Nacarino/Reuters

11 aprile 2018

L’attivista, che combatteva per creare alternative alle piantagioni di cocaina in Colombia, è stata uccisa a sangue freddo di fronte a figlio e marito

Il 30 marzo 2018, l’attivista colombiana per i diritti umani Marìa Magdalena Cruz Rojas è stata uccisa in casa di fronte al marito e al figlio. L’omicidio ha avuto luogo nella fattoria proprietà della famiglia situata nella municipalità di Mapiripàn, nella regione centrale di Meta, in Colombia. Quest’area fu un tempo roccaforte del gruppo paramilitare Autodefensas Unidas de Colombia (AUC) e scenario di omicidi di massa per mano dello stesso gruppo nel 1997. La leader è stata uccisa a sangue freddo da due uomini incappucciati entrati in casa la notte di venerdì. Nessun altro dettaglio è disponibile sulle modalità dell’accaduto.

Marìa Magdalena Cruz Rojas era la leader di un movimento sociale che aspira a trovare delle alternative alle piantagioni di coca nella municipalità di Mapiripàn. Il gruppo per i diritti umani Coordinadora Nacional de Cultivadores de Coca (COCCAM) ha rilasciato una dichiarazione su Twitter per denunciare la sua morte, definendo la donna come “instancabile combattente” per la pace e il cambiamento sociale. Lei è solo l’ultima vittima in una lunga lista di attivisti per i diritti umani uccisi in America Latina, e specialmente in Colombia, nell’anno passato. Secondo il gruppo Somos Defensores, 106 tra leader sociali e attivisti per i diritti umani sono stati uccisi in Colombia nel 2017. Inoltre, secondo la Commissione Interamericana per i Diritti Umani (IACHR), 22 attivisti sono morti nel paese solo quest’anno.

In questa situazione d’instabilità e insicurezza, il IACHR chiede una maggiore protezione per gli attivisti e leader per i diritti umani nel territorio. IACHR ha chiesto al governo Colombiano “di adottare urgenti misure per la protezione di coloro i quali difendono i diritti umani nel paese” e “di intraprendere accurate indagini” In aggiunta, la Commissione ha evidenziato l’importanza della provvisione di protezione speciale per coloro i quali vivono in aree remote del paese una volta afflitte dal conflitto, come la regione di Mapiripàn.

 

Per maggiori informazioni, leggere:

https://www.aljazeera.com/news/2018/03/rights-groups-decry-murder-maria-magdalena-cruz-rojas-180331194253566.html

https://www.theguardian.com/world/2009/nov/26/former-colombian-general-jailed-massacre

https://twitter.com/COCCAMColombia/status/980521380453240832

https://www.lifegate.it/persone/news/colombia-assassinata-attivista-diritti-umani-maria-magdalena-cruz-rojas

https://www.ictj.org/news/rights-groups-decry-murder-maria-magdalena-cruz-rojas

http://www.publico.es/internacional/asesinada-colombia-lider-campesina-maria-magdalena-cruz-rojas.html

http://softricks.co.uk/rights-teams-decry-homicide-of-maria-magdalena-cruz-rojas/

http://www.notimerica.com/sociedad/noticia-asesinan-maria-magdalena-cruz-rojas-lider-campesina-centro-colombia-20180406182157.html

https://pbiusa.org/PBI_WOLA_Colombia_event

https://www.telesurtv.net/english/news/101-Social-Leaders-Killed-in-Colombia-in-2017-Report-20170830-0026.html

Letto 1933 volte