Stampa questa pagina

Raggiunto un nuovo accordo di cessate il fuoco per Idlib tra Turchia e Russia

I leader turco e russo si stringono la mano dopo l’annuncio del nuovo accordo per Idlib I leader turco e russo si stringono la mano dopo l’annuncio del nuovo accordo per Idlib Pavel Golovkin/Pool via REUTERS

6 marzo 2020

Erdogan e Putin si incontrano a Mosca per discutere degli ultimi risvolti del conflitto nel nordovest siriano e siglano un cessate il fuoco

Il 5 marzo, durante un lungo incontro tenutosi a Mosca tra il presidente russo Vladimir Putin e la sua controparte turca Recep Tayyip Erdogan, è stato raggiunto un nuovo accordo di cessate il fuoco per la regione siriana di Idlib. L’incontro è stato convocato per cessare la violenza nel nordovest della Siria, dopo il drastico peggioramento della situazione iniziato a dicembre 2019. In tre mesi, quasi un milione di persone sono state sfollate e più di 300 civili uccisi, inclusi 100 bambini, segnando la una delle peggiori crisi umanitarie dall’inizio del conflitto durato nove anni secondo le Nazioni Unite (ONU). Proprio prima dell’incontro, almeno 16 civili sono stati uccisi in un attacco aereo russo sulla città di Maarat Misrin.

 I due leader supportano fazioni opposte nel conflitto, con la Russia dalla parte del regime di Assad e la Turchia dalla parte dei ribelli, nel tentativo di difendere i propri confini meridionali. Idlib è l’ultima regione rimasta sotto il controllo dei ribelli ed è stata definita zona demilitarizzata dall’accordo di Sochi del 2018, con Russia e Turchia impegnate congiuntamente nel monitoraggio della situazione sul campo. Questo accordo non è stato rispettato da Assad, il quale, supportato da forze militari russe, ha iniziato un’operazione militare nella regione alla fine del 2019, uccidendo almeno 60 soldati turchi e molti civili. La Turchia ha risposto agli attacchi con la sua prima offensiva diretta contro il regime di Assad, abbattendo jet siriani e colpendo loro luoghi strategici con i droni.

 Il segretario generale ONU Antonio Guterres ha annunciato questo giovedì le sue speranze affinché questo nuovo accordo tra Russia e Turchia possa rappresentare un primo passo verso “un’immediata e duratura” cessazione delle ostilità. Non è ancora chiaro quali saranno le implicazioni del cessate il fuoco sulla crisi al confine greco-turco, scatenata dalla decisione della Turchia di aprire i confini ai rifugiati che vogliono arrivare in Europa.

 

Per saperne di più:

https://www.reuters.com/article/us-syria-security/russia-turkey-agree-ceasefire-deal-for-syrias-idlib-idUSKBN20S161

https://www.aljazeera.com/news/2020/03/erdogan-putin-announce-idlib-ceasefire-moscow-meeting-200305172818996.html

https://www.aljazeera.com/news/2020/03/tense-calm-prevails-syria-idlib-ceasefire-holds-200306100457396.html

https://news.un.org/en/story/2020/03/1058781

 

Author: Annette Savoca

Letto 332 volte