UE, impegno nella piena attuazione della Convenzione di Ottawa

Un campo minato in Israele Un campo minato in Israele © Photo by David L on Pixabay

In Focus by Alessia Rossinotti; Editor: Alexander Collin

Il Consiglio dell’Unione Europea (UE) ha adottato una decisione in supporto del Piano d’Azione di Oslo per la piena attuazione della Convenzione di Ottawa, adottata nel 1997, che mira a eliminare l’uso delle mine antiuomo. L’UE fornirà 2.6 milioni di euro in un periodo di quattro anni per contribuire all’attuazione del Piano d’Azione di Oslo 2020-2024. Il piano, adottato durante la quarta conferenza di revisione della Convenzione nel 2019, mira a promuovere l’universalizzazione della Convenzione e a supportare gli Stati nello sviluppo di un dialogo con le parti interessate.

La Convenzione di Ottawa, ufficialmente nota come Convenzione internazionale per la proibizione dell’uso, stoccaggio, produzione, vendita di mine antiuomo e relativa distribuzione, si basa su norme consuetudinarie di diritto internazionale umanitario. Essa è stata elaborata in seguito all’adozione della Risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite n° 51/45S, che invitava gli Stati a raggiungere un nuovo trattato internazionale per la proibizione delle mine antiuomo. Ad oggi, la Convenzione presenta 164 Stati parte, ma non è stata ancora firmata da Cina, Russia e Stati Uniti.

 

Per saperne di più: 

https://www.consilium.europa.eu/en/press/press-releases/2021/02/19/ottawa-convention-council-addresses-the-threat-of-mines-and-explosive-remnants-of-war/

https://ihl-databases.icrc.org/applic/ihl/ihl.nsf/Treaty.xsp?documentId=B587BB399470269441256585003BA277&action=openDocument

Letto 27 volte