Stampa questa pagina

L’UNIOGBIS ha completato il suo mandato in Guinea-Bissau

Bambini in Guinea-Bissau Bambini in Guinea-Bissau © Photo by Vika Chartier on Unsplash

In Focus by Benedetta Spizzichino; Editor: Eleonora Gonnelli

L'Ufficio delle Nazioni Unite per il consolidamento della pace in Guinea-Bissau (UNIOGBIS) ha ufficialmente chiuso i battenti. L'inizio della sua attività risale al gennaio 2010, a seguito degli undici mesi di guerra civile tra il governo del presidente Joao Bernardo Vieira e una giunta militare guidata dal generale Ansumane Mane, avvenuta nel territorio.

La fine del mandato avviene in base a quanto stabilito nella Risoluzione 2512, scritta e adottata dal Consiglio di Sicurezza il 28 febbraio 2020. Come affermato nella risoluzione, le attività dell'ufficio hanno operato in diversi campi; dal seguire e sostenere la governance e il processo politico, a garantire la protezione dei  diritti umani e ad affrontare le questioni di genere, riformare il settore della sicurezza, combattere il traffico di droga e la criminalità organizzata e mobilitare gli interessi dei partner delle Nazioni Unite a favore della Guinea-Bissau.

Sono stati compiuti grandi passi, soprattutto a sostegno della governance, con processi come quello della  revisione costituzionale a favore di una democrazia più sviluppata, l'istituzione del dialogo politico tra le parti, l'assistenza sul campo con funzionari governativi, partiti politici, società civile e organizzazioni o istituzioni statali, per trovare meccanismi pacifici  di  risoluzione delle controversie 

Tuttavia, per quanto grandi siano stati i passi compiuti, la fragilità politica e l'instabilità sociale che colpiscono la Guinea-Bissau sono ancora evidenti. Infatti, Rosine Sori-Coulibaly, rappresentante speciale e capo di UNIOGBIS, ha avvertito il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che le divisioni politiche radicate nel paese rappresentano una seria minaccia alla stabilità, suggerendo che c'è ancora molto lavoro da fare. 

La signora Sori-Coulibaly ha inoltre illustrato i suoi progetti verso la realizzazione di un palcoscenico di alto livello che riunisca partner internazionali e specialisti nazionali per parlare, sostenere lo slancio e procedere con gli sforzi di cambiamento del paese sotto l'amministrazione preceduta dal coordinatore residente in seguito alla chiusura dell'Ufficio.

D'altra parte, il Segretario Guterres ha affermato che le Nazioni Unite supporteranno la società civile e il governo della Guinea-Bissau nei loro sforzi per raggiungere una pace e un progresso sostenibili all'interno della nazione e per attuare pienamente i cambiamenti cruciali .

 

Per saperne di più: 

https://uniogbis.unmissions.org/en/governance-and-political-process 

https://digitallibrary.un.org/record/3854182?ln=en 

 

https://news.un.org/en/story/2020/12/1081212 

Letto 22 volte