La chiusura al confine ungherese limita la possibilità dei siriani di trovare rifugio.

Un agente di polizia ungherese nell'atto di bloccare dei profughi siriani Un agente di polizia ungherese nell'atto di bloccare dei profughi siriani UTERS/Laszlo Balogh

15 settembre 2015
I civili siriani in fuga dagli attacchi aerei delle forze di coalizione si trovano ad affrontare violenza e persecuzione a causa di un aumento dei controlli al confine ungherese

BUDAPEST, Ungheria — Lo stretto regime alla frontiera ungherese ha conseguenze violente sui profughi siriani in cerca di sicurezza. I profughi siriani in fuga da attacchi aerei della coalizione, gas tossici e guerra civile, che tentano di entrare in Ungheria si trovano a dover superare severi controlli di frontiera che vanno dalla violenza alla persecuzione.

Secondo il diritto internazionale, le autorità ungheresi sono autorizzate a intervenire quando necessario per evitare il caos nella nazione. Tuttavia, la violenza esercitata sembra essere casuale ed eccessiva secondo Human Rights Watch e l' Alto Commissariato dell'ONU per i diritti umani. Diversi rifugiati, uomini, donne e bambini, sono stati colpiti con manganelli per nessuna ragione apparente. Inoltre, i rifugiati penalizzati per essere entrati "illegalmente" nel paese sono stati trattenuti nei centri di detenzione al confine ungherese dove mancano i beni di prima necessità. Fra i rifugiati siriani, Rawan Ati descrive la sua esperienza nel centro di detenzione di Roske come "disumano, sporco e simile al carcere" mentre Remis Shekal descrive Roszke come un luogo "che va bene solo per gli animali." La violenza, condizioni disumane e mancanza di assistenza medica sono esattamente le cose da cui i rifugiati scappano. Eppure, continuano a dover affrontare tutto questo fuori della loro patria come conseguenza dei maggiori  controlli di frontiera. Con quasi 150.000 di migranti, richiedenti asilo e rifugiati entrati in Ungheria solo quest'anno, è in aumento il numero di persone che stazionano nel paese. Per tutta risposta, l'Ungheria continua a limitare l'accesso ai rifugiati.

Per maggiori informazioni, visita:

http://www.hrw.org/News/2015/09/19/Hungary-new-border-regime-threatens-Asylum-Seekers
https://www.hrw.org/News/2015/09/11/Hungary-Abysmal-Conditions-Border-Detention
http://sn4hr.org/Blog/2014/11/09/1851/
http://www.UNHCR.org/55eedde56.html

Letto 16053 volte