L'urgente necessità di ampliare e rinnovare la tregua yemenita

Cartina geografica di una delle polveriere della penisola arabica. Cartina geografica di una delle polveriere della penisola arabica. Lara Jameson via Pexels

29 settembre

44 organizzazioni non governative (ONG) nazionali e internazionali hanno chiesto di migliorare e ampliare la tregua nello Yemen, poiché l'accordo che la sanciva, è appena scaduto.

Le organizzazioni umanitarie ricordano a tutte le parti in conflitto che il futuro dello Yemen è nelle loro mani, poiché l'attuale accordo di tregua è scaduto il 2 ottobre 2022, le decisioni devono essere prese con urgenza.

Negli ultimi sei mesi si è registrata una riduzione del 60 per cento delle vittime. I voli commerciali da Sana'a hanno aiutato 21.000 yemeniti ad accedere alle cure mediche salvavita. Le organizzazioni plaudono a tali risultati, ma il tempo presente è fondamentale per affrontare ulteriormente i problemi che ancora devastano il paese senza sosta e per sviluppare un piano in grado di apportare ulteriori miglioramenti per garantire la stabilizzazione e la ricostruzione dello Yemen.

Anche se c'era stata una riduzione delle vittime civili, i feriti ed i morti a causa di mine terrestri e ordigni inesplosi continuano ad aumentare. La riduzione dei combattimenti ha fatto sì che per la prima volta in più di sette anni, i bambini pot5essero iniziare l'anno scolastico senza paura di attacchi. Ma se il conflitto si riaccenderà, dopo la fine dell'accordo, si rischia non solo di distruggere i progressi già fatti, ma di mettere a repentaglio il futuro sviluppo del paese.

La tregua e l'accordo su cui si basava non erano perfetti, ma garantivano che si potessero compiere passi cruciali per raggiungere una pace duratura; inoltre, il cessate il fuoco significava anche tempo per ulteriori importazioni di attrezzature, formazione del personale e possibilità di effettuare lo sdoganamento per proteggere meglio i civili.

Per saperne di più, leggi:

di Viola Rubeca

Letto 484 volte