Sud Sudan: dal conflitto civile verso una pace duratura

Mappa politica del Sud Sudan Mappa politica del Sud Sudan IStock

 

27 giugno 2022

La transizione del Sud Sudan: ultimi otto mesi per soddisfare i parametri stabiliti dagli accordi di pace del 2018 

Il 20 giugno, Nicholas Haysom, Rappresentante Speciale per il Paese e a capo della Missione delle Nazioni Unite (UNMISS), ha dichiarato al Consiglio di Sicurezza che i progressi finora compiuti in Sud Sudan sono stati tanti. Nel corso di questi anni, le diverse parti hanno difatti raggiunto un accordo su un’unica struttura statale congiunta. Ciò che serve è proprio una forte leadership nazionale, con un impegno visibile per adempiere alle proprie responsabilità nell'ambito dell'accordo di pace del 2018. Nel suo discorso, i partiti sono dunque stati esortati a prendere le misure necessarie per uscire dal periodo di transizione.

In particolare, è ora necessario concordare un piano d’azione per le questioni rimaste in sospeso. Tra queste, il dispiegamento delle forze unificate necessarie, l'approvazione della legislazione per il processo costituzionale e le elezioni nazionali, e molteplici riforme critiche dei settori della sicurezza, giudiziario e finanziario.

Particolare preoccupazione destano anche gli episodi di violenza diffusi in tutto il paese. I civili hanno subito diversi attacchi, i quali hanno a loro volta alimentato un ciclo di razzie di bestiame, rapimenti, omicidi per vendetta e violenza di genere. Ghada Mudawi, direttore ad interim della divisione Operazioni e advocacy presso l'Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA), ha affermato che “la maggior parte degli indicatori umanitari si è deteriorata” dalla fine del 2021. Poiché la violenza localizzata continua, sono seguiti sfollamenti e lotte per le risorse.

A questo si aggiunge un severo rischio di carestia. Il Sud Sudan si appresta infatti ad affrontare il quarto anno consecutivo di precipitazioni superiori alla media, che hanno interrotto la stagione agricola e limitato notevolmente la produzione alimentare. Il nuovo governo è chiamato ad affrontare con urgenza queste sfide di insicurezza, oltre che presenza di rischi esplosivi e mancanza di servizi di base. Insomma, numerose sfide attendono ancora il Sud Sudan.

 

Per saperne di più:

 

  • https://news.un.org/en/story/2022/06/1120872 
  • https://news.un.org/en/story/2022/06/1024702

 

di Sofiya Dmytrivna Rinci Zubok

Letto 69 volte