Violenti scontri tra l'esercito israeliano e i civili palestinesi

Una bandiera palestinese vicino alle fiamme Una bandiera palestinese vicino alle fiamme hosny_salah su Pixabay

10 Gennaio 2022

Durante le proteste contro l'occupazione, scontri tra l'esercito di occupazione israeliano e i palestinesi risultano in numerosi feriti tra i civili

La prima settimana del 2022 è stata segnata da episodi di reiterata violenza perpetrati dall'esercito di occupazione israeliano contro i civili palestinesi. Gli scontri tra l'esercito israeliano e i locali del villaggio di Kafr Qaddum, nella provincia di Qalquilia, sono risultati in cinque civili feriti e diversi hanno risentito dell'inalazione di gas lacrimogeni. Episodi simili di violenza contro manifestanti civili sono stati segnalati a Hebron. Inoltre, continuano a essere riportati casi di civili palestinesi investiti da cittadini israeliani. 

L'oppressione e il trattamento disumano di routine della popolazione autoctona è una conseguenza dell'atteggiamento negligente e della tendenza alla violenza indiscriminata dell'esercito israeliano. Questa tendenza mira ad accelerare e rafforzare la spinta colonialista di Israele. Il Territorio Palestinese Occupato (OPT) è stato ulteriormente ampliato, con la costruzione di più di 250 insediamenti e 750.000 coloni israeliani. L'obiettivo è una progressiva de-arabizzazione ed ebraicizzazione portata avanti da un lato con la colonizzazione e dall'altro con la ghettizzazione dei palestinesi.

Inoltre, Israele sta conducendo una guerra ideologica per guadagnare legittimità agli occhi della comunità internazionale. Con il lancio della campagna Brand Israel nel 2005, il governo israeliano ha infatti iniziato ad attuare una serie di strategie volte a migliorare la reputazione di Israele all'estero. Un vero e proprio processo di rebranding incentrato sul minimizzare il lato militarista e religioso del paese ed enfatizzare le sue politiche progressiste su temi come i diritti delle donne e LGBTQ+. 

È fondamentale che la comunità internazionale prenda coscienza delle violazioni dei diritti umani nell'area e mostri solidarietà verso i palestinesi. 

 

Per saperne di più:

https://www.eurasiareview.com/10012022-israels-unceasing-violence-against-palestinians-oped/

 

Autore: Arianna Previtera

Letto 9 volte