Afghanistan: esplode un’autobomba

Esplosione nel territorio Afghano Esplosione nel territorio Afghano Photo by Guvendemir on iStock

Muoiono 21 persone e 100 restano ferite a causa dell’esplosione di un veicolo carico di dispositivi esplosivi

04 Maggio 2021

Venerdì 30 aprile, 21 persone hanno perso la vita in seguito alla detonazione di un dispositivo esplosivo improvvisato di origine veicolare (VIBED), presso Puli-e-Alam, capitale provinciale di Logar, nell'Afghanistan orientale. Circa 100 individui, tra cui donne, bambini e studenti sono rimasti feriti.  Alcuni degli edifici presenti nella zona, compresi un ospedale e diverse case residenziali, sono stati danneggiati.

L’attacco è avvenuto a causa della decisione, presa dal presidente americano Joe Biden, di ritirare le truppe statunitensi dal paese entro l'11 settembre, con l’obiettivo di porre fine a 20 anni di presenza militare straniera in Afghanistan. Nonostante nessun gruppo abbia ancora rivendicato la responsabilità dell'attacco, secondo il presidente Ashraf Ghani, ad essere colpevoli sono i talebani adirati in quanto, in base a un precedente accordo concluso con l'amministrazione Trump, le truppe sarebbero dovute essere rimosse entro il 1º maggio. Stando le affermazioni del capo del consiglio provinciale di Logar, Hasibullah Stanekzai, l’evento è accaduto nel momento di rottura del digiuno, durante il mese islamico di Ramadan. Inoltre, l’uomo dichiara che tra le vittime erano presenti degli studenti che stavano soggiornando in una pensione dopo essersi recati nella capitale, con il fine di sostenere i test d’ingresso all’università. Nella stessa struttura alloggiavano alcuni membri della milizia filogovernativa che avrebbero dovuto essere trasportati verso un altro distretto in aereo. Tariq Arian, un portavoce del Ministero degli Interni, ha dichiarato che tra le vittime erano compresi anche medici e pazienti ricoverati nell’ospedale danneggiato dall’esplosione. Molti di loro sono stati trasportati a Kabul per ricevere la dovuta assistenza sanitaria.

Il Segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, e la Missione di Assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan (UNAMA) hanno espresso le loro condoglianze alle famiglie delle vittime. Inoltre, António Guterres si augura che l’attuale osservanza del Ramadan si riveli una buona occasione per impegnarsi nel viaggio verso la pace all’interno del paese.

Per saperne di più:

UN condemns deadly attack at guesthouse in Afghanistan | | UN News

Suicide bombing kills over 20 in Afghanistan’s Logar province | Asia News | Al Jazeera

Statement attributable to Spokesperson of the Secretary-General on Afghanistan | United Nations Secretary-General

Afghanistan: car bomb kills at least 21 as US prepares to withdraw troops | Afghanistan | The Guardian

 

Autore: Sara Taherzadeh;  Editor: Maxime Grenier

Letto 38 volte