Dieci anni dopo, la crisi in Siria continua ad essere devastante

Rifugiati in un campo a Suruc, in Turchia Rifugiati in un campo a Suruc, in Turchia Photo by Gmina Radek Procyk on iStock

10 marzo 2021

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite ha affrontato di recente il grave stato di bisogno dei siriani nel mezzo del conflitto in corso.

Il 10 marzo 2021, il Segretario Generale delle Nazioni Unite António Guterres ha ribadito l'intenzione delle Nazioni Unite di "continuare a perseguire una soluzione politica negoziata alla guerra civile siriana", che continua da un decennio. Durante il briefing con i giornalisti presso la sede delle Nazioni Unite, Guterres ha sottolineato l'importanza della cooperazione tra paesi per sostenere i Siriani nella ricerca di una soluzione alla crisi. 

La guerra civile siriana è iniziata nel 2011, dopo che proteste e rivolte contro il governo si sono intensificate in una guerra su vasta scala. Secondo le Nazioni Unite, “centinaia di migliaia di siriani hanno perso la vita, milioni sono stati sfollati, e altri ancora continuano ad essere detenuti illegalmente, scompaiono o vivono nell'incertezza.” Nel corso della guerra, i siriani sono stati oggetto di attacchi con armi chimiche, di assedi, e altre innumerevoli violazioni umanitarie. Dopo dieci anni di conflitto, non vi è siriano che non ne sia stato influenzato. La continua assistenza umanitaria sarà essenziale per combattere l'insicurezza alimentare, poiché quest'anno circa il 60% della popolazione rischia di soffrire la fame, come affermato da Guterres. 

L'annoso conflitto ha inflitto danni significativi su case, scuole, ospedali e infrastrutture. Monumenti storici e mercati un tempo affollati sono stati distrutti, secondo National Public Radio (NPR). “La guerra ha rotto i legami sociali e commerciali che legavano i vicini alla loro comunità.” Le sanzioni imposte dal governo degli Stati Uniti e la diffusione delle infezioni da Covid-19 hanno contribuito ai disagi che i civili siriani devono affrontare. 

Il Segretario Generale ha chiesto una maggiore assistenza per mettere in sicurezza le linee di confine e le consegne transfrontaliere per garantire che raggiungano tutte le persone bisognose. Le Nazioni Unite continueranno a perseguire un "accordo politico negoziato per la crisi, in linea con la risoluzione 2254 del Consiglio di Sicurezza, che approva una tabella di marcia verso una transizione politica a guida siriana.” Tuttavia, i progressi compiuti a nome della commissione costituzionale siriana faciliterebbero il processo di pace. Queste azioni cercheranno una soluzione che affronti le esigenze dei siriani, crei le condizioni necessarie per permettere ai rifugiati di ritornare in sicurezza, e “rispetti la sovranità integrità territoriale e l'indipendenza.” 

 

Per saperne di più:

https://news.un.org/en/story/2021/03/1086872

www.aljazeera.com/news/2021/3/15/syria-ten-years-of-war

www.npr.org/2021/03/15/976352794/syrias-civil-war-started-a-decade-ago-heres-where-it-stands

 

Autore: Sitara Sandhu; Editor: Gabriella Pavlakis; Traduzione: Sara Fontana

Letto 179 volte