Siria, ancora attacchi nella zona di de-escalation

Vista aerea di una città sud-occidentale, Idlib, Siria  Vista aerea di una città sud-occidentale, Idlib, Siria Photo by Aladdin Hammami on Unsplash

06 marzo 2021

Gli attacchi del regime siriano non rispettano gli accordi di cessate il fuoco nella provincia di Idlib.

Le azioni dell'esercito siriano hanno colpito ancora una volta una delle popolazioni più vulnerabili del conflitto armato: i bambini. Secondo le notizie locali, sabato 6 marzo, tre bambini sono stati gravemente feriti da "bombardamenti di artiglieria" causati dalle esplosioni del regime siriano. Due dei tre bambini feriti hanno ricevuto cure prolungate in una clinica sanitaria locale a causa della gravità delle loro ferite.

L'esplosione ha avuto luogo nella città rurale di Ariha, Idlib, che fa parte di una zona di de-escalation in tutta la provincia. Queste "zone sicure' avrebbero dovuto far parte di un totale di quattro aree di cessate il fuoco stabilite in Siria. Il loro scopo era di mitigare il conflitto armato tra le forze governative siriane e i ribelli armati in tutte le province meridionali e occidentali della Siria. Purtroppo, queste zone di de-escalation non sono state rispettate da entrambe le parti.

Più specificamente, altre aree mirate, oltre ad Ariha, includono posizioni nelle zone limitrofe di Bayanin, Al-Ruwayha e Al-Bara e nella zona meridionale di Idlib. Fortunatamente, non sono state registrate vittime, ma solo danni alle proprietà. Le forze del regime hanno utilizzato anche mitragliatrici pesanti contro il fronte ribelle di Al-Ankawi a Sahl Al-Ghama, un'area di Hama nella campagna nord-occidentale siriana. Mentre in queste zone sicure il conflitto continua ad aggravarsi, la probabilità di una fine delle ostilità sembra minima, almeno nel breve termine.

 

Per saperne di più

https://www.syriahr.com/en/207668/  

https://english.enabbaladi.net/archives/2021/01/al-ghab-plain-an-exposed-area-whose-farmers-are-at-risk-due-to-regimes-targetings/ 

 

Autore: Sergio Gomez; Editor: Xavier Atkins; Traduzione; Sofia Antonelli

Letto 156 volte