Siria, l’ONU chiede la fine dell'impunità per l'uso di armi chimiche

Ragazzo a Idlib, Syria Ragazzo a Idlib, Syria Photo by Ahmed Akacha on Pexels

04 febbraio 2021

L'Alto Rappresentante per il Disarmo delle Nazioni Unite ha sottolineato la necessità di porre fine all'impunità per l'utilizzo di armi chimiche in Siria.

Izumi Nakamitsu, l'alto rappresentante per il disarmo delle Nazioni Unite, ha informato il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sull'importanza di identificare coloro che hanno utilizzato armi chimiche in Siria e del ritenerli responsabili per le loro azioni. Nel corso della riunione, Nakamitsu ha menzionato la Risoluzione 2118, nella quale gli stati avevano condannato all'unanimità "con la massima fermezza" qualsiasi utilizzo di armi chimiche in Siria nel 2013.

La Siria è impegnata in una guerra civile da quasi un decennio, durante il quale sono spesso emerse notizie sull'utilizzo di armi chimiche. L'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) “ha verificato l'utilizzo di armi chimiche in molti di questi casi, ma si era astenuta dal dare la colpa a chi le aveva dispiegate, ricevendo così critiche da parte di attivisti secondo cui astenersi dal giudicare ha ridotto le possibilità di responsabilizzazione.” Secondo l'Associazione per il controllo degli armamenti (ACA), “il governo siriano è risultato responsabile per la maggior parte degli attacchi con armi chimiche in Siria" e ha utilizzato più volte il sarin, un agente nervino letale, e il cloro. Il dispiegamento di queste armi è considerato un crimine di guerra e viola la Convenzione sulle Armi Chimiche (CWC), che è stata firmata dalla Siria. 

Sebbene la pandemia da coronavirus abbia compromesso la capacità dell'OPCW di dispiegarsi in Siria, il Segretariato Tecnico dell'organismo continua a condurre operazioni legate all'eliminazione del programma di armi chimiche siriane. L'OPCW ha lavorato per risolvere questioni irrisolte legate al possesso di armi chimiche da parte della Siria, ma la Siria non ha risposto alle richieste di informazioni da parte dell'organizzazione. Nakamitsu ha esortato la Siria a collaborare con l'OPCW, affermando che le questioni in sospeso devono essere risolte per eliminare completamente il programma di armamento chimico delle Siria.

 

Per saperne di più:

www.armscontrol.org/blog/2018-09-23/what-you-need-know-about-chemical-weapons-use-syria

www.news.un.org/en/story/2021/02/1083762

www.nytimes.com/2020/04/08/world/middleeast/syria-assad-chemical-weapons.html

 

Autore: Sitara Sandhu; Editor: Gabriella Pavlakis; Traduzione: Sara Fontana

 

 

Letto 175 volte