Nuovi attacchi causano caos nel governatorato di Al-Raqqa

Esplosione di una macchina in strada Esplosione di una macchina in strada Photo by Matt Hearne on Unsplash

10 gennaio 2021

Il governatorato di Al-Raqqa è stato recentemente teatro di quattro attacchi contro civili e personale militare 

L'Osservatorio siriano per i diritti umani, un'organizzazione indipendente dedicata alla difesa dei diritti umani in Siria, ha monitorato dall'inizio dell'anno quattro attacchi nel governatorato di Al-Raqqa contro civili e personale militare.

L'episodio più recente risale al 10 gennaio, quando un ordigno esplosivo improvvisato (IED) è esploso in un'auto civile ad al-Malahi, una zona della città di Al-Raqqa, ferendo il conducente. Il giorno prima, un altro ordigno era esploso sotto un veicolo militare delle forze di sicurezza nella parte nord-occidentale della città, ferendo ancora una volta il conducente del veicolo. L’Osservatorio ha inoltre riportato due attacchi a veicoli militari il 4 e il 5 gennaio. Il primo riguarda l'esplosione di un ordigno collocato all’interno di un veicolo da un uomo armato sconosciuto. In seguito a questo episodio, che ha avuto luogo nella parte occidentale della città, due persone sono rimaste ferite. Nell’attacco del 5 gennaio, invece,  diversi uomini armati hanno assalito un veicolo con a bordo cinque membri delle forze democratiche siriane (SDF). A seguito dell’attentato, un giornalista è stato gravemente ferito da svariati colpi di arma da fuoco al petto. L’Osservatorio ha riferito che dopo l'attacco, 18 dei presunti aggressori sono stati arrestati dall’SDF.

La città di Al-Raqqa ha svolto un ruolo centrale nella guerra civile siriana, in quanto capitale dello Stato Islamico dal 2014 al 2017. Con la battaglia di Raqqa nell'ottobre 2017, le forze democratiche siriane, con l’ausilio della coalizione militare guidata dagli Stati Uniti contro il proto-Stato Islamico (ISIS), hanno conquistato la città, cacciando l'ISIS dalla sua roccaforte principale e stabilendo il controllo su di essa. Tuttavia, la caduta dell'ISIS nella città non ha messo fine alla violenza, come riferito dall’Osservatorio, il quale ha continuato a denunciare le violenze ricorrenti nella zona anche dopo il 2017.

 

Per saperne di più:

https://www.syriahr.com/en/199909/

https://www.syriahr.com/en/175758/

https://www.bbc.com/news/world-middle-east-41646802

 

Autore: Carla Leonetti; Editor: Francesca Mencuccini

 

 

Letto 11 volte