Gaza, la popolazione disabile è a rischio

Un gruppo di uomini con disabilità riunito a Gaza Un gruppo di uomini con disabilità riunito a Gaza Mohammed Asad / Middle East Monitor

03 dicembre 2020

La popolazione disabile soggetta a vulnerabilità soffre la mancanza di accesso ai servizi essenziali

La situazione della popolazione disabile a Gaza sta diventando drammatica. I servizi fondamentali che consentono l’accesso alla mobilità, all’assistenza sanitaria e a un reddito sostenibile sono a rischio a causa del conflitto tra Hamas e il governo israeliano. Secondo un recente studio condotto dall’Ufficio di Censimento Palestinese, 48,000 persone a Gaza vivono con una disabilità fisica. Di questi, circa un quinto sono bambini. Uno dei principali problemi che affliggono i bambini con disabilità a Gaza è che spesso non dispongono dei mezzi per andare a scuola. Non ci sono abbastanza servizi di trasporto pubblico per accompagnarli a scuola in modo sicuro.

Un rapporto di Human Rights Watch (HRW), ha affermato che la mancanza di libertà di movimento per la popolazione disabile è attribuibile al blocco di Israele imposto nel 2007 a Gaza dopo che Hamas è salito rapidamente al potere. Il blocco comprende limitazioni al consumo di energia e all’acquisizione di beni primari. Oltre al controllo del blocco orientale di Gaza, Israele ha ostacolato l’accesso all’elettricità essenziale, alla tecnologia e ai dispositivi che gli permetterebbero di muoversi liberamente. Purtroppo, Hamas non è stato in grado di fornire questi servizi, che diventano sempre più scarsi.

Anche le donne con disabilità soffrono considerevolmente. HRW ha riportato che tre donne sordomute non potevano comunicare con il personale di un ospedale locale perché non era fornito alcun servizio di linguaggio dei segni. Una di loro, di nome Heba Abujazer, ha dichiarato che un’infermiera le ha scritto su un foglio di carta di tornare con un interprete. Questa prassi incredibilmente ingiusta mette in evidenza l’enorme avversità che la comunità disabile deve affrontare a Gaza.

In generale, l’80% della popolazione di Gaza dipende dagli aiuti umanitari per la sopravvivenza di base. Tuttavia, la pandemia da Covid-19 ha contratto l’afflusso di aiuti portando così più della metà della popolazione a vivere al di sotto della soglia di povertà con meno di 4,60 dollari al giorno. La comunità internazionale ha esortato il governo di Israele ad allentare le restrizioni del blocco in modo che la popolazione più vulnerabile di Gaza, comprese le persone con disabilità, possa ricevere l’aiuto di cui ha disperatamente bisogno.

 

Per saperne di più:

https://www.aljazeera.com/news/2020/12/3/life-in-gaza-extraordinarily-difficult-for-disabled-hrw 

https://www.hrw.org/news/2020/12/03/gaza-israeli-restrictions-harm-people-disabilities

 

Autore: Sergio Gomez; Editor: Aleksandra Krol; Traduzione: Sofia Antonelli

Letto 44 volte