Tensioni religiose in Sierra Leone

Chiusura di una chiesa in Sierra Leone dopo un sermone criticando fortemente l’Islam. Chiusura di una chiesa in Sierra Leone dopo un sermone criticando fortemente l’Islam. Photo by Phileas Jusu, UMNS

20 December 2017
Sierra Leone, un paese indebolito dalla guerra civile e dall’Ebola, che deve far fronte a scontri tra la comunità religiosa.

La Sierra Leone è sempre stato un esempio multiculturale nelle sue diversità religiose. La coesistenza tra le diverse comunità non ha mai creato sostanziali problemi fino ad ora. Recentemente, il pastore nigeriano, Victor Ajisafe, è stato però arrestato per avere videoregistrato e divulgato un sermone criticando fortemente l’Islam il 25 settembre 2017.  

La predica rispondeva direttamente ad un discorso di un rappresentante religioso islamico tenuto nello stadio nazionale di Freetown. Il pastore, conosciuto per essere il fondatore di una delle chiese più grandi del paese, ha criticato la religione musulmana affermando che incita alla violenza ed il terrorismo.  

Il governo ha dovuto agire rapidamente arrestando il pastore, per poi rilasciarlo, e chiudendo le sue chiese per evitare possibili atti di vendetta del partito musulmano. Il dipartimento di investigazione criminale ritiene ci siano validi sospetti che fosse in atto un’azione per distruggere le chiese cristiane del pastore.                  

Questa situazione ha sollevato varie domande a riguardo la libertà di culto ed espressione. Ibrahim Tommy, Direttore di un’associazione della società civile, ha condiviso la sua opinione su una possibile violazione del diritto di riunione.

Per attenuare le tensioni, i membri del consiglio interreligioso della Sierra Leone hanno espresso la loro disapprovazione sul discorso del pastore ed hanno tenuto ad affermare che l’Islam è una religione di pace è di tolleranza.

In passato, lo scisma religioso è sempre stato motivo di scontro. Per quel motivo, la Sierra Leone ha reagito subito è fermamente per evitare problemi sensibili nel futuro in grado di iniziare un conflitto.

Just after the timely public lecture of Mufti Ismail ibn Musa Menk an Islamic scholar who visited Sierra Leone on the 22nd September 2017 on what was known as a theme “Divine inspiration”.


 

Per saperne di più, leggi:

http://www.africafiles.org/article.asp?ID=11149
https://www.peaceinsight.org/blog/2017/11/preventing-religious-conflict-sierra-leone-careful-balancing-act/
http://www.sl.undp.org/content/sierraleone/en/home/operations/projects/democratic_governance/conflict-prevention-and-peace-preservation-.html
https://www.theguardian.com/global-development/2017/sep/27/sierra-leone-arrests-pastor-who-blamed-islam-for-every-terrorist-act-in-history-victor-ajisafe
http://awoko.org/2017/10/06/sierra-leone-news-the-ajisafe-problem-and-religious-tolerance/

Letto 8599 volte