SPECIALE COVID-19: Mauritania, Papua occidentale

Punto d'acqua costruito da MSF nel campo di Mbera, Mauritania Punto d'acqua costruito da MSF nel campo di Mbera, Mauritania © Halimatou Amadou

In Focus by Silvia Luminati

1. Mauritania

Sebbene fino ad ora siano pochi i casi COVID-19 confermati, l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) in Mauritania è impegnato in campagne di sensibilizzazione per l’emergenza sanitaria tra le comunità di rifugiati e sta contemporaneamente lavorando "per soddisfare le numerose e nuove esigenze causate dalla pandemia" fornendo cibo, acqua pulita, alloggio e assistenza sanitaria ai 2779 rifugiati che vivono nei centri urbani di Nouakchott e Nouadhibou e ad altri 57.000 che risiedono nel campo di Mbera nel sud-est del Paese. Le Nazioni Unite stanno inoltre collaborando con il governo mauritano per garantire che i rifugiati siano inclusi nel piano nazionale di risposta al COVID-19.

Per saperne di più:

https://data2.unhcr.org/en/documents/download/75688

https://reliefweb.int/sites/reliefweb.int/files/resources/75852.pdf

http://jordantimes.com/news/local/%E2%80%98every-gift-counts%E2%80%99-unhcr-campaign-seeks-support-refugees-%E2%80%98time-global-suffering%E2%80%99

http://reporting.unhcr.org/mauritania

 

2. Papua occidentale

Per il momento, la diffusione del COVID-19 nella Papua occidentale è limitata a 16 casi, ma il basso numero di infezioni potrebbe essere causato anche dall’assenza di misure per il tracciamento e l’analisi del virus. Infatti, come denunciano diverse organizzazioni della società civile, il sistema sanitario pubblico è impreparato nell’affrontare la sfida posta dal nuovo virus e inoltre l’accesso alle cure sanitarie è molto limitato per le comunità dilaniate dal conflitto. Per queste ragioni, le organizzazioni chiedono alle autorità di aderire all'appello del Segretario generale dell’ONU per un cessate il fuoco globale ritirando le truppe e accettando la tregua proposta dalla Free Papua Organization (OPM) e dalla West Papua National Liberation Army (TPNPB) per cercare di contenere la pandemia nella regione. Tuttavia, al momento in cui si scrive, il governo indonesiano non ha ancora formalmente accettato la richiesta di cessate il fuoco.

Per saperne di più:

https://www.theguardian.com/world/2020/apr/15/coronavirus-in-the-pacific-weekly-briefing

https://asiapacificreport.nz/2020/04/11/opm-proposes-west-papua-ceasefire-to-help-contain-spread-of-covid-19/

https://reliefweb.int/report/world/asean-urged-heed-un-sec-gen-call-ceasefire-ensure-human-rights-amid-covid19

Letto 392 volte