Gli Stati Uniti ritirano i fondi destinati all'Agenzia ONU per i Rifugiati Palestinesi

Un rifugiato palestinese porta un pacco di farina al centro di distribuzione di derrate alimentari dell'UNRWA Un rifugiato palestinese porta un pacco di farina al centro di distribuzione di derrate alimentari dell'UNRWA © EPA

05 settembre 2018

La decisione degli Stati Uniti di bloccare i finanziamenti all'UNRWA, agenzia ONU per i rifugiati palestinesi, compromette l'accesso all'istruzione e all'assistenza sanitaria per milioni di rifugiati.

Il 31 agosto 2018, gli Stati Uniti hanno dichiarato che non stanzieranno ulteriori fondi per l'Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi nel Vicino Oriente (UNRWA). La decisione è stata resa nota con un comunicato ufficiale della portavoce del Dipartimento di Stato americano, Heather Nauert, che ha definito l'Agenzia “irrimediabilmente fallace”. La stessa ha riportato che le motivazioni alla base dei tagli ai finanziamenti riguardano una quota sproporzionata dei costi, un modello commerciale non sostenibile e politiche fiscali inadeguate. A questo annuncio ha fatto seguito la decisione del governo americano di ridurre i fondi all'UNRWA, di circa 300 milioni di dollari.

Istituita nel 1949, a seguito dell'esodo di 700.000 palestinesi alla fine della guerra arabo-israeliana del 1948, l'UNRWA è un'agenzia che fornisce soccorso a oltre 5.4 milioni di rifugiati palestinesi residenti in Giordania, Libano, Siria, nella Striscia di Gaza e Gerusalemme orientale. Tali aiuti vengono erogati attraverso le strutture sanitarie, gli interventi di primo soccorso e i programmi didattici. Senza finanziamenti da parte degli Stati Uniti, l'UNRWA necessita di oltre 200 milioni di dollari per continuare a provvedere assistenza ai rifugiati palestinesi.

Secondo quanto riportato dalla Reuters, cresce la preoccupazione della comunità internazionale di fronte le politiche adottate dagli Stati Uniti in relazione al conflitto israelo-palestinese. A seguito della recente decisione di bloccare i finanziamenti all'UNRWA, Hossam Zomlot, rappresentante palestinese a Washington, ha dichiarato che la risoluzione degli Stati Uniti “nuoce non solo una situazione di per sé già molto delicata, ma anche le prospettive per la pace futura.”

Secondo Al Jazeera, Israele ha espresso il proprio sostegno alla decisione degli Stati Uniti di tagliare tutti i fondi, mentre funzionari palestinesi hanno definito i tagli come un “attacco” contro la loro popolazione. Heiko Maas, ministro degli esteri tedesco, ha annunciato che la Germania aumenterà i finanziamenti all'Agenzia. Maas ha inoltre dichiarato che se l'UNRWA dovesse chiudere potrebbe verificarsi una “reazione a catena incontrollabile.”

 

Per saperne di più, cliccate sui seguenti link:

https://www.state.gov/r/pa/prs/ps/2018/08/285648.htm

https://www.bbc.co.uk/news/world-us-canada-45377336

https://www.reuters.com/article/us-usa-palestinians-unrwa/unrwa-chief-defends-refugee-criteria-for-millions-of-palestinians-idUSKCN1LJ179

https://www.aljazeera.com/news/2018/09/dangerous-consequences-cuts-funding-palestinian-refugees-180902065647863.html

https://www.aljazeera.com/news/2018/08/ends-funding-palestine-refugee-agency-180831203947486.html

https://www.aljazeera.com/news/2018/09/unrwa-funding-cut-deeply-regrettable-shocking-180901071620633.html

 

By Cecilia D'Arville
Editing Shrabya Ghimire

Letto 100 volte