La violenza cresce in Afghanistan dopo l’interruzione delle negoziazioni tra Stati Uniti e taleban

Le conseguenza dell’esplosione nell’area Green Village di Kabul Le conseguenza dell’esplosione nell’area Green Village di Kabul © Omar Sobhani/Reuters

16 settembre 2019

Il capo missione delle Nazioni Unite in Afghanistan chiede la pace in un clima politico difficile

Gli attacchi rivendicati dai talebani in Afghanistan continuano a risultare sistematicamente in perdite di civili. Il 2 settembre, un attacco suicida a Kabul ha ucciso 16 persone e ferito più di 100 e la violenza non accenna a fermarsi dopo l’abbandono degli Stati Uniti delle trattative di pace con i talebani. La Missione di Assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan (UNAMA) ha registrato più di 100.000 perdite civili in Afghanistan dal 2009, di cui 1.500 solo nel mese di luglio di quest’anno.

 L’improvviso ritiro degli Stati Uniti dalle negoziazioni di pace ha scatenato una serie di rappresaglie nelle regioni settentrionali del paese di Takhar, Baghlan, Kunduz and Badakhshan e un’esplosione nei pressi dell’ambasciata statunitense di Kabul la notte della vigilia dell’anniversario dell’11 settembre. Le negoziazioni sarebbero dovute risultare in un accordo di pace e nel ritiro di migliaia di truppe statunitensi dal territorio afgano. Tuttavia, il processo è stato dichiarato “morto” dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump dopo un attacco dei talebani risultato nella morte di un soldato statunitense. In questo clima politico particolarmente difficile, il paese si sta inoltre preparando a nuove elezioni, fissate per il 28 settembre.

 Il Rappresentante Speciale della Missione d’Assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan Tadamichi Yamamoto ha chiesto la cessazione delle violenze e delle sofferenze per la popolazione civile, menzionando in quest’occasione anche l’attacco al Green Village di Kabul. Il signor Yamamoto ha anche parlato a favore di un processo di pace inclusivo intra-afgano – come anche ha fatto il Segretario Generale delle Nazioni Unite António Guterres – che comprenda “l’intero spettro della società afgana”, inclusi donne e giovani. Infine, il signor Yamamoto ha dichiarato che le Nazioni Unite sono pronte a supportare il processo di pace e che la priorità della Missione rimane adesso quella di minimizzare la sofferenza ai civili. 

 

Per saperne di più:

https://news.un.org/en/story/2019/09/1045512

https://www.aljazeera.com/news/2019/09/trump-vows-hit-taliban-harder-peace-talks-dead-190912063453651.html

https://news.un.org/en/story/2019/08/1043851

https://ucdp.uu.se/#/actor/303

https://www.aljazeera.com/news/2019/09/caused-rocket-embassy-kabul-190910203747420.html

https://www.aljazeera.com/news/2019/09/house-panel-subpoenas-trump-afghan-envoy-zalmay-khalilzad-190912194653940.html

https://www.reuters.com/article/us-afghanistan-security/fighting-picks-up-in-afghanistan-after-talks-collapse-idUSKCN1VW14C

https://news.un.org/en/story/2019/09/1046042

 

Author: Annette Savoca

Letto 41 volte