Un fascicolo mancante nega la procedura della giustizia

Il complesso del Terrain Hotel è stato saccheggiato dalle truppe del Sudan del Sud, le quali hanno continuato ad attaccare gli operatori umanitari stranieri, luglio 2016. Il complesso del Terrain Hotel è stato saccheggiato dalle truppe del Sudan del Sud, le quali hanno continuato ad attaccare gli operatori umanitari stranieri, luglio 2016. © AP

6 settembre 2019

Un fascicolo mancante blocca la possibilità di presentare ricorso per stupri e omicidio in Sudan del Sud.

Durante conflitti, gli stupri diventano un’arma di guerra usata per infliggere violenza ai civili. In queste circostanze, le procedure legali volte a rendere giustizia alle vittime non soddisfano il loro scopo. Un esempio di fallimento del sistema giuridico si può osservare nel Sud del Sudan dove un fascicolo mancante, in un caso particolare di violenza sessuale e omicidio, impedisce ad entrambe le parti di presentare ricorso.

 Il caso di violenza che ha sconvolto l’opinione pubblica è avvenuto l’11 luglio 2016 durante un attacco all’hotel Terrain a Juba, nel Sudan del Sud. Nel settembre 2018, 10 soldati sono stati condannati per lo stupro di almeno 5 volontari e l’assassinio di un giornalista. 4.000 dollari statunitensi sono stati assegnati ad ogni sopravvissuto agli stupri e alle aggressioni sessuali, mentre la famiglia del giornalista ucciso ha ricevuto 51 mucche. Questa decisione è stata ampiamente criticata perchè sproporzionata al crimine commesso. Il 6 settembre 2018 il fascicolo del caso, contenente il dispositivo di sentenza, è stato inviato al Presidente Salva Kiir per la firma di ratifica. Da quel momento non si è più visto e si pensa che sia stato perso nell’ufficio del Presidente. Ciò non consente alla Corte Suprema di procedere con i ricorsi presentati sia dai querelanti che dagli imputati e di continuare con la regolare procedura di giustizia in quanto una registrazione completa del caso è necessario affinché esso possa procedere in appello. I querelanti hanno diritto a un risarcimento adeguato, mentre gli imputati dovrebbero essere sottoposti a un processo equo.

Non è la prima volta che nel Sudan del Sud scompaiono documenti giudiziari. Secondo Jehanne Henry, Direttrice Associata dell’Africa di Human Rights Watch (HRW),  “la sparizione del fascicolo del caso ha bloccato efficacemente il processo di appello e costituisce un classico esempio dei fallimenti del sistema giudiziario che aggravano la cultura dell’impunità nel Sudan del Sud”. Inoltre, la fondatrice della League for Action Worldwide (LAW), Antonia Mulvey ha dichiarato“le autorità dovrebbero garantire che non vi siano tentativi deliberati di ostacolare la giustizia e rintracciare il fascicolo, in  modo che la Corte Suprema possa esaminare il ricorso”

 

Per leggere di più, visitare: 

https://www.hrw.org/news/2019/09/06/south-sudan-missing-file-blocks-justice-rapes-murder

https://southsudannewsagency.org/index.php/2019/09/06/outrage-after-court-case-file-went-missing-from-presidential-office/

 

Author: Giulia Francescon

Letto 80 volte